Focus Rinnovabili

08.01.2024

Rallentamento nelle vendite di pompe di calore nel 2023: necessarie azioni urgenti da parte dei Paesi europei

Durante il primo trimestre del 2023 le vendite di pompe di calore hanno conosciuto una performance positiva, ma il trend si è invertito nel secondo e terzo trimestre

Nonostante il buon avvio, il mercato delle pompe di calore ha mostrato segni di rallentamento nel corso del 2023, secondo gli ultimi dati forniti dall’European Heat Pump Association (EHPA).

Il promettente inizio dell’anno non è riuscito a mantenere il suo slancio, poiché le vendite di pompe di calore per il riscaldamento degli ambienti e la produzione di acqua calda hanno subito un decremento nei mesi successivi.

 

Vendite pompe di calore: EHPA registra un calo del 14% tra settembre e dicembre 2023

Durante il primo trimestre dell’anno, le vendite hanno registrato una performance positiva, ma questo trend si è invertito nel secondo e terzo trimestre. In diversi Paesi europei il volume delle vendite è risultato inferiore persino a quello registrato nello stesso periodo del 2022.

La media delle vendite nei dieci Paesi che EHPA ha analizzato, ha evidenziato un calo del 14% nel terzo trimestre del 2023 rispetto all’anno precedente. Questa tendenza negativa rappresenta un campanello d’allarme per il raggiungimento degli obiettivi europei di decarbonizzazione.

È presente, inoltre, il rischio che vengano compromessi gli investimenti di 7 miliardi di euro annunciati dai produttori di pompe di calore e di componenti per la costruzione e il rinnovamento di impianti di produzione. Tali investimenti, pianificati per il periodo 2022-2025, erano stati stimolati sia dalla risposta politica positiva alla tecnologia delle pompe di calore, sia dall’incremento della domanda registrato nel 2022 e negli anni precedenti.

Il declino delle vendite può essere attribuito principalmente a una serie di fattori, tra cui la comunicazione ambigua da parte dei politici e le modifiche nelle politiche e nei sussidi governativi, i quali hanno gettato i consumatori in uno stato di incertezza. A ciò si aggiunge la diminuzione dei prezzi del gas fossile, mentre il costo dell’elettricità, principale fonte energetica per le pompe di calore, è rimasto invariato. Questo ha reso l’utilizzo delle pompe di calore meno vantaggioso sotto il profilo economico.

 

Vendite pompe di calore: secondo EHPA è fondamentale l’intervento dei governi nazionali

I responsabili politici europei e nazionali dovranno affrontare questi problemi nel prossimo piano d’azione sulle pompe di calore della Commissione Europea previsto per l’inizio del 2024. È fondamentale che i governi nazionali presentino soluzioni concrete a questo proposito nei loro piani nazionali per l’energia e il clima.

Tra le azioni urgenti richieste ai Paesi vi è la necessità di rendere la tassazione energetica più equilibrata, eliminare progressivamente i sussidi ai combustibili fossili e ridurre il carico fiscale sull’elettricità.

Thomas Nowak, segretario generale dell’EHPA, ha espresso preoccupazione e sollecitato un cambiamento: “Le pompe di calore rappresentano la soluzione più efficiente sia in termini di costi sia per l’impatto climatico zero nel riscaldamento e raffreddamento. Tuttavia, i consumatori le percepiscono come costose e rischiose. È fondamentale che i politici intervengano per correggere questa percezione, impegnandosi in modo chiaro a favore della tecnologia delle pompe di calore e creano condizioni economiche favorevoli per questa soluzione ecologica. Come misura immediata, è necessario ridurre il costo dell’elettricità per le applicazioni residenziali, commerciali e industriali, in modo che non superi il doppio del prezzo del gas fossile”.

Focus Correlati

Missione Net Zero: l’Europa deve investire in pompe di calore e materiali sostenibili
La nuova analisi di BNEF ha messo a punto una serie di misure specifiche per Europa, Cina...
Energie pulite: pompe di calore e veicoli elettrici in linea con gli obiettivi dello scenario Net Zero Emissions. I dati IEA
Sul tavolo dell’analisi IEA tecnologie, infrastrutture e strategie per implementare le ene...
Le pompe di calore industriali possono ridurre le emissioni di Co2 del 99%
Lo conferma l’European Heat Pump Association. Le pompe di calore industriali diventano le...