Speciale 114
Gli impianti integrati. I vantaggi nell’integrazione di pompe di calore, caldaie, solare e geotermico
05.04.2017
Articolo
Redattore: Maurizio Cudicio

Principali fonti di energia rinnovabile: geotermico e solare termico

La migliore soluzioni adottabile in un edificio è frutto di un’attenta analisi progettuale, che deve partire dall’integrabilità del sistema, considerando la conformazione architettonico-impiantistica dell’edificio e le esigenze degli occupanti.

Non esiste una soluzione standardizzata che possa trova applicazione indiscriminata: una volta realizzato l’impianto è quindi necessario che vengano effettuate le opportune tarature, prestando particolare attenzione a start-up e commissioning impiantistico in modo da massimizzare l’efficienza energetica dei sistemi integrati.
 
Di seguito riportiamo un quadro riassuntivo delle tecnologie adottabili che possono essere utilizzate per sfruttare le fonti rinnovabili nei sistemi integrati.
 
GEOTERMIA CON SCAMBIATORI ORIZZONTALI
VANTAGGI
  • Non richiede trivellazioni;
  • Facilità di posa delle sonde.
SVANTAGGI
  • Superficie di posa estesa;
  • Vincoli nella piantumazione esterna;
  • Variazioni considerevoli della temperatura del terreno nei vari mesi;
  • Costi di sbancamento elevati.
GEOTERMIA CON SCAMBIATORI VERTICALI A MEDIA PROFONDITA’
VANTAGGI
  • Minore superficie esterna richiesta per la posa delle sonde;
  • Influenza delle condizioni climatiche esterne sulle sonde limitate;
  • Efficienza media dell’impianto stabile.
SVANTAGGI
  • Le sonde coassiali richiedono superfici esterne non sempre disponibili;
  • Possibili interferenze tra le sonde;
  • I pali di fondazione sono realizzati solo con terreni aventi portata non adeguata alla tipologia di costruzione.
GEOTERMIA CON SCAMBIATORI VERTICALI AD ALTA PROFONDITA’
VANTAGGI
  • Minore superficie esterna richiesta per la posa delle sonde;
  • Influenza delle condizioni climatiche esterne sulle sonde limitate;
  • Efficienza media dell’impianto stabile.
SVANTAGGI
  • A causa di vincoli legislativi relativi le falde acquifere, non tutte le zone sono idonee alla posa in opera di queste sonde;
  • Costi particolarmente elevati per la realizzazione dei pozzi e delle sonde.
ACQUA DI FALDA
VANTAGGI
  • Elevata efficienza dell’impianto;
  • Trivellazioni limitate in base alla profondità di falda.
SVANTAGGI
  • A causa di vincoli legislativi relativi le falde acquifere, può essere vietato lo sfruttamento di tale fonte;
  • Non esiste sempre la disponibilità di una falda.
SOLARE TERMICO
VANTAGGI
  • Sfruttamento dell’energia termica del sole per la produzione di acqua calda;
  • Nessun impatto esterno al fabbricato.
SVANTAGGI
  • Alcuni vincoli paesaggistici e architettonici, specie nei centri storici, ne vietano l’installazione;
  • In alcuni casi di impianti autonomi, il costo manutentivo è particolarmente elevato;
  • Edifici o altri elementi non modificabili possono causare ombreggiamento sui pannelli.
TELERISCALDAMENTO
VANTAGGI
  • Costi di manutenzione impiantistici limitati.
SVANTAGGI
  • In Italia è scarsamente diffuso questo tipo di sistema, che solitamente è presente in zone ad alta densità abitativa.

Molto spesso una sola e unica soluzione non risulta essere sufficiente ed energeticamente valida, quindi il migliore compromesso può essere ottenuto ricorrendo all’uso di più fonti grazie all’adozione di sistemi integrati.
 
I sistemi integrati sono dei complessi impiantistici nei quali sono integrate una pompa di calore, un generatore di calore solitamente a condensazione e, in alcuni casi, un impianto solare termico.