Focus Mercati

04.05.2022

Il mercato della climatizzazione inizia bene il 2022, ma otterrà gli stessi risultati record del 2021?

Pubblicati i dati di Assoclima sul I trimestre 2022 del mercato della climatizzazione: ottimi risultati, soprattutto per le pompe di calore

Assoclima ha pubblicato i risultati dell’analisi sul mercato climatizzazione relativo al I trimestre 2022, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Dai dati emerge che le categorie di prodotti più importanti a livello economico hanno ottenuto dei buoni numeri e che l’anno è iniziato complessivamente molto bene, ma è ancora presto per fare previsioni certe per i prossimi mesi. Il mercato della climatizzazione nel 2021 infatti ha raggiunto cifre da record, indubbiamente grazie alla complicità dei numerosi bonus statali a disposizione di imprese e contribuenti per realizzare interventi di rinnovamento degli impianti di riscaldamento e raffrescamento. Sarà quindi difficile fare di meglio, ma è ancora presto per dirlo.

Quello che sappiamo al momento è che nel primo trimestre 2022 il comparto dell’espansione diretta ha ottenuto notevoli aumenti per i seguenti prodotti:

  • +11,4% a volume e +17,1% a valore per i climatizzatori monosplit
  • +11% circa a volume e +15% a valore per i sistemi multisplit
  • +32,4% a volume e +34,1% a valore per i miniVRF e VRF

Risultati particolarmente positivi sono stati registrati anche per le apparecchiature idroniche condensate ad aria, sia per il riscaldamento che per il raffrescamento, con +115,5% a volume e  +108,8% a valore.

I prodotti che ottengono una crescita esponenziale sono le pompe di calore idroniche, con un aumento generale a tre cifre per questa categoria (+118,3% a volume e +121,2% a valore), numeri particolarmente buoni li ottengono i modelli con potenze inferiori a 17 kW destinati in prevalenza al settore residenziale.

Per quanto riguarda le unità terminali, l’analisi di Assoclima evidenzia aumenti positivi, ma non straordinariamente alti come per i precedenti prodotti che nel primo trimestre di quest’anno ottengono un incremento del 24,4% a volume e del 38,6% a valore.

Crescono anche i sistemi di ventilazione meccanica controllata per il settore residenziale +33,6% a volume e +44,2% a valore, mentre i condizionatori monoblocco ottengono dati un po’ meno alti ma comunque dati buoni (+15% a volume e +18,8% a valore).

Variazioni praticamente nulle invece per i condizionatori packaged e rooftop, mentre i prodotti in cui si registrano numeri in negativo sono:

  • le centrali di trattamento aria (-9,9% a volume e -4,8% a valore)
  • i gruppi refrigeratori di liquido con condensazione ad acqua (-58,8% a volume e -3,3% a valore)
  • i condizionatori trasferibili (-50,3% a volume e -43,7% a valore).

Focus Correlati

Il futuro del mercato HVAC residenziale in Cina, Stati Uniti ed Europa
Quale sarà l’andamento del mercato HVAC per il settore residenziale in Cina, Stati Uniti e...
È ufficiale: il 2021 è stato l’anno dei sistemi di climatizzazione
L’analisi statistica di Assoclima relativa ai sistemi di climatizzazione i risultati strao...
Ottimi trend di mercato per la climatizzazione nel 2021, tra la crescita della Building Automation e il boom delle pompe di calore
Dai dati delle analisi di BSRIA, l’organizzazione che si occupa a livello mondiale di rice...