Focus Rinnovabili

11.06.2024

Crescita degli investimenti globali in energie pulite: nel 2024 il solare raggiugerà i 500 miliardi di dollari

Un nuovo rapporto dell’IEA evidenzia che, nonostante le pressioni finanziarie, gli investimenti globali nell’energia pulita saranno quasi il doppio di quelli destinati ai combustibili fossili

Nel 2024 si prevede che la spesa globale per tecnologie e infrastrutture per l’energia pulita raggiungerà i 2 trilioni di dollari, nonostante le sfide rappresentate di maggiori costi di finanziamento che ostacolano nuovi progetti, specialmente nelle economie emergenti e in via di sviluppo.

Un nuovo rapporto dell’IEA evidenzia che, nonostante le pressioni finanziarie, gli investimenti globali nell’energia pulita saranno quasi il doppio di quelli destinati ai combustibili fossili, grazie a miglioramenti nelle catene di approvvigionamento e alla riduzione dei costi delle tecnologie pulite.

 

Investimenti energetici: un nuovo record

Secondo l’ultima edizione del rapporto annuale World Energy Investment della IEA, gli investimenti energetici tolti a livello mondiale supereranno per la prima volta i 3000 miliardi di dollari nel 2024. Di questi, circa 2000 miliardi saranno destinati a tecnologie pulite, come energie rinnovabili, veicoli elettrici, energia nucleare, reti, stoccaggio, combustibili a basse emissioni e miglioramenti dell’efficienza energetica.

I restanti 1000 miliardi di dollari verranno impiegati nel carbone, gas e petrolio. Nel 2023, gli investimenti combinati in energia rinnovabile e reti hanno superato per la prima volta la spesa per i combustibili fossili.

Il rapporto sottolinea che persistono grandi squilibri e carenze nei flussi di investimenti energetici in molte parti del mondo. In particolare, nelle economie emergenti e in via di sviluppo (escludendo la Cina), la spesa per l’energia pulita è destinata a superare per la prima volta i 300 miliardi di dollari.

Tuttavia, questo rappresenta solo il 15% degli investimenti globali in energia pulita, ben al di sotto di quanto necessario per soddisfare la crescente domanda di energia in questi Paesi, dove i costi elevati del capitale frenano lo sviluppo di nuovi progetti.

 

Investimenti globali in energie pulite: la Cina è destinata a rappresentare la quota maggiore

Dal raggiungimento dell’Accordo di Parigi nel 2015, gli investimenti combinati in energie rinnovabili e nucleare per la produzione di elettricità erano il doppio rispetto a quelli destinati ai combustibili fossili. Nel 2024 questa cifra è destinata ad aumentare fino a 10 volte, con il solare fotovoltaico a guidare la trasformazione del settore energetico.

Oggi, gli investimenti nel solare fotovoltaico superano quelli di tutte le altre tecnologie di generazione di elettricità e nel 2024 si prevede che tali investimenti raggiungeranno i 500 miliardi di solari, stimolati dalla diminuzione dei prezzi dei moduli.

La Cina è destinata a rappresentare la quota maggiore di investimenti in energia pulita nel 2024, con una stima di 675 miliardi di dollari, grazie alla forte domanda interna di solare, battere al litio e veicoli elettrici. Seguono l’Europa e gli Stati Uniti, con investimenti rispettivamente di 370 e 315 miliardi di dollari.

Queste tre economie rappresentano più di 2/3 degli investimenti globali in energia pulita, evidenziando le disparità nei flussi di capitali internazionali nel settore energetico.