Focus Innovazioni

19.11.2021

Una nuova generazione di celle solari ibride per un’energia solare più sostenibile

Da una ricerca guidata dall’Università di Newcastle un passo avanti verso la produzione di massa di celle solari ibride

Un team internazionale di scienziati provenienti dall’Università Federico II di Napoli, dalla Uppsala University in Svezia e guidato dall’Università del Newcastle in Inghilterra, ha realizzato una ricerca, pubblicata sulla rivista scientifica Chem, che ha portato alla creazione di una nuova generazione di celle solari ibride, ottimizzando materiali e interfacce per le tecnologie delle energie rinnovabili e facendo un grande passo avanti verso la produzione di massa.

I ricercatori hanno individuato un nuovo processo usando materiali di coordinamento, che accelerano l’utilizzo di materiali a bassi costi e molto abbondanti sul pianeta; una novità che ha del potenziale, poiché potrebbe portare a una grande trasformazione del settore dell’energia rimpiazzando i pannelli solari con silicone.

Il team ha sviluppato complessi dimerici dinamici di rame impiegando leganti tetradentati (che legano 4 atomi): questi nuovi sistemi in rame offrono una nuova combinazione di trasporto di carica veloce in una reazione redox a due elettroni senza precedenti e, allo stesso tempo, inibiscono  la ricombinazione del vettore dopo la disproporzione.

Questo sistema rappresenta una nuova generazione di mediatori redox efficienti per dispositivi molecolari, e può aiutare ad alimentare i dispositivi fotovoltaici minimizzando le perdite di tensione, con energie di riorganizzazione e tassi di ricombinazione relativamente bassi.

La dott.ssa Marina Freitag , co-responsabile dello studio dell'Università di Newcastle, ha dichiarato: “La maggior parte dei progressi verso l'obiettivo di utilizzare materiali a basso costo e abbondanti è derivata dal miglioramento dei materiali che assorbono la luce. I problemi di trasferimento di carica rimangono una barriera all'adozione diffusa di questa tecnologia solare, e questa è la sfida che la nostra ricerca affronta”.

Focus Correlati

Un gruppo di ricercatori in Germania scopre un nuovo materiale composto per aumentare la produttività delle celle solari
La ricerca della Martin Luther University Halle-Wittenberg (MLU) sui cristalli ferroelettr...
Celle solari organiche trasparenti a lunga durata ed alta efficienza
I ricercatori dell’Università del Michigan riescono a ottenere celle fotovoltaiche ad alta...
Record nelle celle solari: LONGi Solar raggiunge un’efficienza pari al 26,30%
La società cinese LONGi Solar ha raggiunto 3 record in 6 mesi nell’efficienza delle celle...
L’occupazione nel settore dell’energia solare è destinata a triplicare entro il 2030
Secondo SolarPower Europe l’energia solare è la fonte rinnovabile che creerà maggiore occu...