Focus Rinnovabili

14.11.2023

Aiel, la biomassa legnosa è la fonte energetica più diffusa ed efficiente in Italia

Nel corso del 2021, la biomassa impiegata a livello ha contribuito al 64% dei consumi termici provenienti da fonti energetiche rinnovabili

Le biomasse legnose hanno dimostrato di essere la fonte energetica rinnovabile più efficiente in termini di €/ktep di calore rinnovabile prodotto: con un investimento di 2,1 milioni di euro, sono stati generati 11.630 MWh di calore rinnovabile, superando qualsiasi altra fonte energetica rinnovabile.

 

Biomassa legnosa, la fonte rinnovabile più impiegata nel settore termico

Questi dati emergono dalla relazione presentata da Valter Francescato, Direttore tecnico di Aiel, durante l’ultima Assemblea dei Soci. Nel suo intervento, Francescato ha analizzato i numeri del più recente rapporto statistico del GSE, che confermano il ruolo cruciale delle bioenergie nel processo di decarbonizzazione energetica sostenuto dalle Istituzioni comunitarie e nazionali.

Complessivamente, nel 2021, le fonti rinnovabili hanno coperto il 19,7% dei consumi energetici nel settore termico. Dei circa 11,2 milioni di tonnellate equivalenti di petrolio (Mtep) di consumi totali di energia termica da fonti rinnovabili, circa 10,3 Mtep sono consumi diretti attraverso caldaie individuali, stufe, camini, pannelli solari, pompe di calore e impianti geotermici, mentre solo 0,9 Mtep sono consumi di calore derivato, ad esempio tramite sistemi di teleriscaldamento alimentati da biomasse.

Le biomasse solide, come già menzionato, rappresentano la fonte rinnovabile più impiegata nel settore termico, generando attualmente circa 6,8 Mtep di consumi diretti, prevalentemente nel settore domestico sotto forma di legna da ardere o pellet.

 

Biomassa legnosa: rispetto al 2020 +6,8%

L’energia ambientale per il riscaldamento e l’acqua sanitaria fornita dalle pompe di calore si attesta a 2,5 Mtep, mentre i contributi delle altre fonti, come l’energia solare o geotermica, sono ancora più contenuti.

Rispetto al 2020, i consumi di biomassa nel 2021 hanno registrato una crescita del 6,8%, influenzata principalmente dalle diverse condizioni climatiche.

Secondo Aiel è quindi prioritario concentrarsi sull’efficienza energetica, la rinnovabilità e una strategia energetica sostenibile e realistica basata su un mix energetico rinnovabile adeguato, che consideri tutte le fonti rinnovabili disponibili per rendere possibile la transizione ecologica. Le bioenergie rappresentano già oggi il futuro, e non si può sottovalutare l’importanza del legno nel processo di transizione ecologica.

Focus Correlati

Il nuovo Bando regionale per la sostituzione di vecchi impianti a biomassa. 4 milioni di euro per un’aria più pulita
Il Bando è destinato alla rottamazione di vecchi impianti e all’acquisto di soluzioni più...
La biomassa legnosa è in grado di evitare fino a 10 miliardi di metri cubi di gas naturale. La stiamo davvero sfruttando?
Il Position Paper presentato da AIEL parla chiaro. Il tasso di prelievo forestale si attes...