Speciale 68
Edilizia sostenibile e nuove tecnologie per la climatizzazione
02.07.2014
Referenza

Un B&B diventa “indipendente” grazie a Solon

Il terremoto che ha colpito l’Emilia-Romagna nel maggio del 2012 ha danneggiato molte abitazioni e attività ricettive nella provincia di Modena. E tra queste anche un casa colonica adibita a Bed&Breakfast. Ora i titolari hanno deciso di ripartire puntando maggiormente sulle energie rinnovabili e tecnologie che permettano di risparmiare i consumi.

I proprietari del Bed&Breakfast “L’Acero Campestre” di Concordia sulla Secchia (Modena) erano già titolari di un impianto fotovoltaico da 4,92 kW (composto da 24 moduli da 205 watt e realizzato all’epoca del II° Conto Energia). Questo impianto copriva i consumi domestici e solo in parte quelli del B&B e hanno dunque di scelto di valorizzare la nuova pertinenza destinata a struttura ricettiva con un nuovo impianto da 3 kW. Ma non solo.

Sono state adottate quindi altre soluzioni per il risparmio energetico e la riduzione dei consumi nel rispetto della tutela ambientale: la zona dedicata all’attività di bed&breakfast è “gas-free”, il riscaldamento così come l’acqua calda sanitaria sono governati da pompe di calore, la cucina è fornita di piastre ad induzione e l’impianto di illuminazione dotato di lampadine a led.

A fianco dell’impianto fotovoltaico i proprietari hanno scelto di installare SOLON SOLiberty, la soluzione SOLON per l’accumulo energetico che consente lo stoccaggio dell’energia attraverso un sistema di batterie al piombo/gel. Il sistema SOLON SOLiberty funge anche da inverter (dispositivo integrato nel quadro elettrico di controllo). L’unica criticità rappresentata da questa soluzione è strettamente legata all’attività di B&B, che vede una concentrazione serale dei consumi. Nel momento di picco, solitamente della durata massima di un’ora, si ricorre alla rete Enel. Per il resto, cioè per la quasi totalità dei consumi, il sistema garantisce completa autonomia dalla rete.

Il sistema fotovoltaico è stato strutturato per produrre il massimo di energia possibile data l’esposizione delle falde del tetto: ad est e ad ovest. I moduli sono stati posizionati su una struttura di supporto tradizionale sopra i coppi (non integrato). L’impianto è stato installato in 2 giorni e allacciato nel mese di gennaio 2014.

Il monitoraggio e la gestione dell'impianto sono affidati al sistema di monitoraggio 4-Noks che monitora il rendimento dell’impianto e trasmesse i dati da remoto i quali sono consultabili in ogni momento su qualsiasi dispositivo mobile. L’impianto soddisfa più del 90% del fabbisogno del B&B che utilizza l'energia pulita in autoconsumo, risparmiando quindi il 90% circa sulla bolletta elettrica.

“E’ stato a dir poco piacevole realizzare questo impianto – spiega il progettista – per la tipologia di cliente che avevamo di fronte, sensibile alla sostenibilità ambientale e particolarmente interessato a puntare alla piena autosufficienza energetica per il suo Bed&Breakfast, è il classico esempio di soluzione integrata, gas-free, dove il fotovoltaico è a servizio di tutto il sistema”.

Impianto fotovoltaico Solon con accumulo energetico