Prodotto

Ventilgeo, per la realizzazione di impianti di raffrescamento passivo degli edifici

Da qualche anno sono disponibili sul mercato due scambiatori di calore in alluminio per recuperare dal sottosuolo dei gradi di temperatura utili al raffrescamento passivo degli ambienti in estate e al preriscaldamento dell’aria di rinnovo durante l’inverno: il Ventilgeo 500 e il Ventilgeo mini plus.

Il Ventilgeo 500 è uno scambiatore avente sezione di corona circolare alettata con diametro esterno di 500 mm e lunghezza di 7,5 m. Tale componente è stato pensato per poter essere installato mediate trivellazione del terreno, anche su edifici già costruiti. Consente di trattare circa 700 mc di aria/h permettendo di recuperare il 70% del DT tra la temperatura dell’aria esterna e la temperatura media del terreno. Con temperature medie del sottosuolo di 16°C e temperatura esterna di 30°C si ottiene un’aria in uscita dal Ventilgeo 500 a circa 20°C con cui raffrescare in modo “passivo” gli ambienti desiderati.
 
Il Ventilgeo mini plus è stato formulato per essere installato su edifici di nuova costruzione dotati di piano interrato. Lo scambiatore della lunghezza di 6 m è realizzato in alluminio con sezione di corona circolare alettata, del diametro esterno di 200 mm e interno di 125 mm, va posto in parallelo ad altri scambiatori, nel numero necessario a raggiungere la portata d’aria desiderata, e orizzontalmente, a 10 cm dal piano di scavo delle fondazioni. 
 
Il Ventilgeo mini plus, a differenza del Ventilgeo 500 non necessita per la sua installazione né di macchine per la trivellazione di fori di grande diametro né di installazione di pompe di drenaggio per l’eventuale eliminazione delle acque di condensa. Tali caratteristiche ne riducono sensibilmente il costo complessivo d’installazione e realizzazione.