Focus Rinnovabili

27.03.2024

Raddoppio delle quote di garanzia per i moduli fotovoltaici: novità dal Conto Energia

L’aggiornamento normativo porta a un incremento significativo delle quote a garanzia per gli impianti fotovoltaici: ecco cosa cambia per i Soggetti Responsabili

Il mondo dell’energia fotovoltaica è al centro di un’importante evoluzione normativa che vede i Soggetti Responsabili degli impianti professionali incentivati fronteggiare nuove disposizioni in termini di quote a garanzia.

Un aggiornamento che incide non solo sulla gestione finanziaria degli impianti ma apre anche a nuove opportunità di adesione a Sistemi Collettivi qualificati.

 

Un salto quantitativo nelle quote di garanzia

La recente modifica legislativa introdotta dalla Legge 2 febbraio 2024 ha portato a un raddoppio dell’importo da trattenere per modulo fotovoltaico, passando da 10 a 20 euro.

Questa variazione, che prende le mosse dal DL Energia del 9 dicembre 2023, incide significativamente sugli operatori del settore, che si vedranno applicare le nuove quote già con i pagamenti di marzo e aprile.

Una mossa che mira a rafforzare le garanzie relative allo smaltimento dei pannelli a fine vita, ma che richiede una rapida riorganizzazione interna per gli operatori coinvolti. 

 

Opzioni e opportunità per i soggetti responsabili

Di fronte a queste novità, i Soggetti Responsabili hanno a disposizione strade alternative per la gestione delle quote a garanzia. La normativa vigente, infatti, consente di aderire a uno dei Sistemi Collettivi qualificati, optando per una gestione associata dello smaltimento dei moduli a fine vita.

Tale scelta, resa operativa attraverso l’Area Clienti GSE, permette non solo di evitare il processo di trattenimento delle quote da parte del GSE ma anche di ottenere la restituzione degli importi precedentemente trattenuti. Inoltre, a partire dal 2 aprile 2024, sarà possibile monitorare l’adesione ai Sistemi Collettivi e i risultati del processo di trattenimento delle quote attraverso un cruscotto dedicato sul sito del GSE, offrendo trasparenza e controllo agli operatori del settore.