News azienda

Inaugurato l’Hub Vaccinale Aermec nei locali dello stabilimento a Bevilacqua (VR)

Aermec, l’azienda fondata da Giordano Riello 60 anni fa e oggi leader mondiale nel settore della climatizzazione, ha inaugurato l’Hub Vaccinale realizzato nei locali del proprio stabilimento situato a Bevilacqua, il paese in provincia di Verona dove ha sede la società.

Un centro vaccinale messo a disposizione sia dei dipendenti dell’azienda che della comunità locale che ha ricevuto moltissime richieste fin dalla notizia della sua apertura, avvenuta lo scorso lunedì 17 maggio.
Il progetto di Aermec ha trovato massima collaborazione da parte della Regione Veneto e dall’ULSS locale, che forniscono al centro i vaccini da somministrare.

Per organizzare al meglio l’attività sono stati creati dei percorsi separati per l’accesso e per l’uscita dei cittadini che si sottopongono alla somministrazione dei vaccini anti Covid-19 e l’azienda ha investito più di 60000 euro per dotarsi del personale medico necessario (16 persone tra medici, infermieri e personale amministrativo per l’inserimento dati), di una catena del freddo con celle frigorifere adatte alla conservazione delle dosi di vaccini e di generatori e gruppi di continuità per assicurare la corrente elettrica anche in caso di black out.

L’Hub Vaccinale Aermec è stato ufficialmente inaugurato il 26 maggio 2021 con la partecipazione del Vice Presidente Regionale Elisa De Berti, del Presidente della Provincia Manuel Scalzotto, del Sindaco di Bevilacqua Fosca Falamischia e del Direttore Generale della ULSS 9 Scaligera Pietro Girardi.

“Gli imprenditori non possono dimenticare le loro radici e la riconoscenza verso quella terra che ha permesso all’impresa di nascere, crescere e avere successo, un successo che Aermec festeggia quest’anno con il 60° anniversario della nascita” ha dichiarato Giordano Riello, Presidente della “Giordano Riello International Group” e Fondatore di Aermec. “In funzione di questo “debito di riconoscenza” avevamo pensato di aprire l’Hub ai nostri collaboratori, poi è arrivata la richiesta dell’ULSS 9 di diventare Centro vaccinale per la popolazione e noi ben volentieri abbiamo accettato, pur consapevoli dell’impegno organizzativo e dello sforzo economico e di persone che questo avrebbe comportato. Ma ne è valsa la pena perchè ciò è la dimostrazione che la collaborazione tra pubblico e privato può funzionare”.

Altre news da AERMEC S.P.A.