Focus Mercati

Nasce un mercato digitale dei crediti fiscali prodotti dal Superbonus del 110%

Il marketplace digitale dei crediti fiscali da Superbonus al 110% ottimizzerà la fruizione dell’incentivo e coinvolgerà altri soggetti interessati

Con l’impennata di interesse nei confronti del Superbonus del 110% il mercato si organizza con strumenti innovativi e inediti per la gestione dei crediti fiscali: è il caso dell’iniziativa nata dalla collaborazione tra Crif e Workinvoice, che produrrà un mercato secondario per i crediti fiscali, annunciata dal Direttore Generale di Crif Marco Preti al quotidiano Milano Finanza.
 
L’interessante progetto si sviluppa grazie alla cooperazione tra CRIF, azienda specializzata in sistemi di informazioni creditizie, la fintech italiana già apprezzata Workinvoice e Pwc, il network internazionale che fornisce consulenza tecnica e legale all’operazione.
L’iniziativa risulta particolarmente strategica per la gestione dei crediti che si verranno a creare dalla fruizione del nuovo Superbonus del 110% per gli interventi di efficienza energetica e riduzione dei rischi sismici.

Secondo le stime diffuse da MF, il bonus dovrebbe stimolare il mercato per valori compresi tra i 15 e i 30 miliardi di euro, pertanto il network potrebbe essere una soluzione di grande efficacia per il sostegno all’utilizzo del sistema incentivante.
Il marketplace sviluppato diventerà lo spazio digitale nel quale cedere e acquistare i crediti d’imposta derivanti dalle detrazioni; permettendo una facilitazione della trasformazione in liquidità dei crediti a prezzi di mercato e un aumento del ricorso a questo strumento incentivante.
 
Workinvoice sarà per il mercato dei crediti una specie di camera di compensazione: qui il compratore verserà l’ammontare richiesto, il quale sarà sbloccato solo alla conferma di passaggio del credito tra le due parti coinvolte.
Uno dei principali vantaggi derivanti dall’utilizzo di uno strumento di questo genere è la garanzia di rispetto della normativa, che è assicurato dalle verifiche fiscali e tecniche che saranno effettuate di prassi su tutti i crediti.
 
Ciascuno scambio sarà veloce e sicuro, avverrà online, sfruttando un efficiente meccanismo di incontro tra domanda e offerta che eliminerà le potenziali inefficienze del mercato, ridurrà i rischi e accelererà le procedure di verifica, contenendo allo stesso tempo i costi di commissione.
 
Il marketplace sarà uno spazio virtuale aperto a privati, società, banche e altri finanziatori; ma anche aziende, banche e compagnie assicurative che potrebbero essere interessate ad acquistare crediti diversificando il proprio portafoglio con asset class alternativi, caratterizzati da soddisfacenti rapporti rischio-rendimento.
 
La nascita di questo mercato alternativa fornirà alle banche e alle assicurazioni la possibilità di acquistare crediti anche oltre alla propria capienza fiscale, riuscendo ad accontentare un maggior numero di clienti tra quelli che sperano di poter trarre vantaggio dai propri benefici fiscali. I crediti acquistati potranno infatti essere scaricati sul mercato e venduti a soggetti che in partenza sarebbero altrimenti al di fuori da questi meccanismi.

“Il marketplace consentirà di coniugare l’esigenza di liquidità e/o l’offerta di detrazioni eccedenti la tax capacity del soggetto cedente” ha commentato a Milano Finanza il DG di Crif, Marco Preti, “con un possibile risparmio fiscale a beneficio dell’acquirente”.
Articolo: Nasce un mercato digitale dei crediti fiscali prodotti dal Superbonus del 110%
Valutazione: 0 / 5 basato su 0 voti.
Richiedi informazioni su questo focus

Nasce un mercato digitale dei crediti fiscali prodotti dal Superbonus del 110%

Accetta le regole di utilizzo di ExpoClima e politica di protezione dei dati e privacy di ExpoClima.