Focus incentivi

ANCE aggiorna la Guida sul Bonus Facciate

Aggiornata da ANCE la guida sul Bonus Facciate, a seguito della proroga al 2021 della Legge di Bilancio

La nuova Legge di Bilancio prevede la conferma per tutto il 2021 delle agevolazioni fiscali regolamentate dal Bonus Casa, introdotto nel 2020 dalla Legge 30 dicembre n. 178 che, ricordiamo, riguarda una serie di agevolazioni fiscali nel settore dell’edilizia e dell’impiantistica, e che comprende il Bonus Facciate.

ANCE, l’Associazione Nazionale Costruttori Edili, in seguito alla proroga della Legge di Bilancio, ha aggiornato la Guida sul Bonus Facciate, consultabile all’interno del sito online dell’associazione, che illustra gli aspetti applicativi e normativi delle agevolazioni per gli interventi di recupero delle facciate esterne degli edifici.

Il Bonus Facciate, diversamente dalle altre agevolazioni previste dal Bonus Casa, non prevede un limite di spesa agevolata e consente una detrazione fiscale del 90%.

Le modalità con cui gli utenti che ricorrono al Bonus Facciate possono beneficiare delle detrazioni sono diverse, concedendo la cessione del credito, lo sconto sul corrispettivo oppure direttamente nella dichiarazione dei redditi, come indicato nella Guida pubblicata da ANCE.

La detrazione è consentita per le spese sostenute nel caso di interventi finalizzati al recupero o al restauro eseguiti sulle facciate esterne degli edifici esistenti, quindi sulle strutture opache, sui balconi, sugli ornamenti e sui fregi. Vengono inclusi anche quegli interventi legati alla pittura e alla tinteggiatura esterna degli edifici. La norma, tra i requisiti che determinano l’accesso ai benefici previsti,  indica due tipologie di zone in cui è concessa  l’applicazione delle agevolazioni del Bonus Facciate: la zona A (i centri storici)  e la zona B (le aree già urbanizzate, anche se edificate in parte).

Le agevolazioni fiscali riguardano esclusivamente gli interventi  sull'involucro esterno visibile dell'edificio. Il bonus pertanto non spetta alle operazioni effettuate sulle facciate interne dell’edificio, a meno che non siano visibili dalla strada o dal suolo ad uso pubblico.

La Guida di ANCE specifica inoltre che, tra le spese consentite ai fini della detrazioni, sono compresi anche i costi per l’acquisto dei materiali, per la progettazione e per le altre prestazioni professionali richieste dal tipo di lavori, purché siano strettamente collegati alla realizzazione degli interventi.

Per qualsiasi informazione aggiuntiva, alleghiamo il documento aggiornato della Guida sul Bonus Facciate.
 
Articolo: ANCE aggiorna la Guida sul Bonus Facciate
Valutazione: 0 / 5 basato su 0 voti.
Richiedi informazioni su questo focus

ANCE aggiorna la Guida sul Bonus Facciate

Accetta le regole di utilizzo di ExpoClima e politica di protezione dei dati e privacy di ExpoClima.