Dossier tecnico

07.09.2015

Impianti radianti in rame: un'analisi dei costi/benefici

Realizzare un impianto a pavimento radiante con tubazioni in rame è certamente la soluzione più naturale ed efficiente dal punto di vista energetico ed è un tipo di installazione che attrae subito l'utente finale, il quale per la propria abitazione desidera qualcosa in più in termini di prestazioni.

Spesso tuttavia questo entusiasmo è raffreddato dalle preoccupazioni relative ai costi, sia in termini di materiale, sia in termini di ore di manodopera.

In realtà queste difficoltà sono facilmente superabili e possiamo riscontrarne un esempio in una villetta privata in provincia di Brescia, dove è stato installato un impianto a pavimento radiante con delle serpentine in rame pre-assemblate.

   
KME Group

Il tutto per il massimo comfort termico, grazie alla velocità dell'impianto a raggiungere la temperatura desiderata (con le tubazioni in rame si abbatte notevolmente l'inerzia termica del sistema) e con notevole risparmio energetico (con la questo tipo di soluzione si lavora in media temperature del fluido di mandata più basse di circa 5°C).

In particolare si è trattato della messa in opera di moduli denominati MODUL RADIANT®, serpentine già pronte realizzate dalla ditta CU.Term di Novara, con la tubazione in rame SANCO® Radiant di KME, specifica per questo tipo di installazioni (per questo prodotto infatti è richiesta una particolare cura nella ricottura del tubo, nonché le dimensioni: 14 x 0,8 mm).

 
KME Group

Tornando alle problematiche inerenti ai costi dell’impianto, va sottolineato che con queste serpentine già pronte e numerate stanza per stanza e modulo per modulo (come previsto in fase di progettazione) è possibile abbattere notevolmente i costi di manodopera, in quanto le serpentine permettono una immediata collocazione a pavimento seguendo lo schema di progetto.

Esse non hanno effetto memoria e sono anche dotate, nella loro parte terminale, di una curva ad “u” atta a connettersi facilmente con la serpentina successiva, tramite un bicchiere preesistente.

Questo permette di posare tutti i moduli previsti immediatamente e in cascata in tempi brevissimi, per passare successivamente a brasare le tubazioni (in questo caso è stata utilizzata una semplicissima brasatura dolce, che è un tipo di giunzione molto economica e molto rapida nell’esecuzione; tuttavia è possibile anche utilizzare raccorderia a pressare) in maniera seriale e veloce.

 
KME Group

Le dimensioni dei moduli più grandi non presentano problemi di trasporto, dal momento che non arrivano in cantiere “distesi” ma legati tramite fascette; la serpentina viene legata all’altezza delle curve, dimezzando così l’ingombro; questa, una volta “liberata”, riprende la sua estensione originale senza aver subito deformazioni permanenti, grazie alla elasticità del rame. Il passo delle serpentine è 25 cm, ma è disponibile anche un passo di 15 cm per esigenze particolari (es. per i bagni).

Un passo così ampio è possibile grazie all’alto potere di scambio termico del rame (390 W/mk, circa 1.000 volte superiore al PEX) e ciò fa capire anche come si abbattano i costi legati al materiale (con le tubazioni in rame si posano circa il 40 - 50 % di metri lineari in meno rispetto ai sistemi tradizionali) da qui il contenimento dei costi accennato all’inizio.

I pannelli isolanti utilizzati sono piatti ovvero privi di bugne, dato che le serpentine sono già pronte con una forma predefinita (assenza di effetto memoria). Un isolamento piatto, rispetto alla soluzione bugnata, fa risparmiare il costo sull’isolante e migliora lo scambio termico con l’ambiente.

Grazie alla sua bassissima rugosità interna, SANCO® Radiant consente minori perdite di carico, inoltre la norma di prodotto EN 1057 (il tubo è marcato CE) consente lo spessore ridotto 0,8 mm; questa caratteristica aumenta la portata d’acqua della tubazione, consentendo minori ingombri.

Da notare che anche i costi di manutenzione si abbattono molto: grazie alle proprietà batteriostatiche proprie del rame e alla peculiarità di inibire la formazione di biofilm e alghe sulla sua superficie, non è necessario introdurre periodicamente prodotti anti-alga nelle serpentine a differenza di altri sistemi.

Le caratteristiche dei tubi di rame SANCO® Radiant, sono quindi perfettamente in sintonia con i moderni criteri della Bioarchitettura, con particolare attenzione alla salute e al comfort ambientale: è un materiale completamente naturale, atossico, amagnetico e riciclabile al 100%.

 

Newfloor Srl

   

Richiedi info su questo dossier

Impianti radianti in rame: un'analisi dei costi/benefici
Accetta le regole di utilizzo di ExpoClima e politica di protezione dei dati e privacy di ExpoClima.