Dossier tecnico

07.10.2014

Come scegliere i collettori per impianti radianti

I collettori pre-montati di ITAP SpA sono utilizzati per la distribuzione del fluido termovettore all’interno di un impianto. Essi possono trovare utilizzo sia nei tradizionali impianti a radiatori, sia negli innovativi impianti radianti a pavimento.

I collettori offerti da ITAP SpA, realizzati in acciaio inox, sono particolarmente indicati per gli impianti di riscaldamento: essi consentono di evitare inutili sprechi, garantendo un elevato comfort termico.
 

ACCIAIO INOX: PERCHè?

L’acciaio inox ha guadagnato nei decenni sempre più importanza e si è diffuso in nuovi settori industriali. Oggi è diventato il materiale base per la realizzazione di parti ed accessori del riscaldamento radiante, espressione dell’evoluzione dei sistemi termici ad elevato comfort. Grazie a questa lega, sono stati superati i principali problemi afferenti ai tradizionali collettori di distribuzione, relizzati in lega di ottone oppure in materiale composito. 

Introducendo l’uso dell’acciaio inox nella produzione dei collettori, è stato possibile garantire al cliente un considerevole risparmio economico, unitamente a diversi vantaggi tecnici, non raggiungibili con l’uso dei collettori in ottone ed in materiale composito. In questo campo, hanno trovato grande diffusione gli acciai austenitici (serie AISI 3xx), caratterizzati da percentuali di Cromo del (18÷20) e di Nichel del (8÷12).

  • Resistenza alla corrosione;
  • resistenza al fuoco ed alle alte temperature;
  • leggerezza;
  • conformità ai requisiti igienici;
  • elevata resa estetica;
  • facilità di fabbricazione;

 

 

INSTALLAZIONE SISTEMI RADIANTI

In mercati evoluti, come quelli del Nord Europa, l’utilizzo di questo materiale in ambito termo-idraulico è già una realtà consolidata da molti anni. Basti pensare all’uso di tubazioni e raccordi per la distribuzione dell’acqua sanitaria, a cui si sono aggiunte le caldaie a condensazione. Queste, a causa della formazione di condensa per il recupero del calore latente dei fumi di scarico, prevedono molti componenti interni in acciaio inox, dato che l’ambiente interno a questi generatori di calore risulta essere molto aggressivo.

Le caldaie a condensazione sono l’espressione più alta della tecnologia applicata ai sistemi radianti: grazie alle loro caratteristiche costruttive e funzionali, si abbinano perfettamente a questi sistemi di riscaldamento (con temperature di ritorno prossime ai 25°C).

L’utilizzo dei collettori in acciaio inox consente quindi una continuità dei metalli utilizzati per realizzare un impianto radiante: metalli o leghe simili, in presenza di un elettrolita (in questo caso, l’acqua dell’impianto), possono essere posti in vicinanza tra loro, senza generare fenomeni di corrosione elettrolitica. Fenomeno che viene innescato dalla vicinanza di metalli diversi: questo tipo di corrosione si attiva come una pila elettrica (si parla infatti di “pila galvanica”).
 

 

I sistemi con collettori in acciaio inox sono garantiti nel tempo

 

La valutazione dei costi, legati alla vita utile di un sistema, sono oggi un argomento di primo piano per tecnici e progettisti. Il concetto di “Life Cycle Cost” può essere valorizzato dall’uso dell’acciaio inox, dato che il suo utilizzo consente di eliminare il fenomeno della corrosione (sia essa elettrolitica o dovuta a tensioni interne alla lega).

Alla luce delle proprietà descritte è facile immaginare come il numero di progettisti ed imprese interessati all’installazione di collettori in acciaio inox tenderà a crescere in maniera verticale. L’acciaio inox coniuga infatti tutti gli obiettivi che un moderno impianto deve rispettare:

  • Salvaguardia dell’ambiente;
  • Riduzione dei costi di realizzazione e di gestione;
  • Elevato comfort termico.

 

 

Scarica gratuitamente l'articolo completo (in formato pdf), per conoscere maggiori dettagli sui vantaggi dei collettori in acciaio inox di ITAP.

Download PDF
 

Richiedi info su questo dossier

Come scegliere i collettori per impianti radianti
Accetta le regole di utilizzo di ExpoClima e politica di protezione dei dati e privacy di ExpoClima.