Gli speciali

Il grande valore dell’acqua per il comfort domestico

A cura di: Maurizio Cudicio

Il recupero delle acque piovane

Sistemi di accumulo per recuperare e riutilizzare le acque piovane e abbattere i consumi idrici

Le acque piovane sono una risorsa fondamentale per il nostro paese, e possono essere stoccate in specifici serbatoi di accumulo al fine di essere riutilizzate gratuitamente dalle stesse utenze viste in precedenza.
L’accumulo di acqua piovana all’interno di un serbatoio non solo permette di risparmiare sul prelievo di acqua dall’acquedotto, ma aiuta anche l’invarianza idraulica, in quanto sempre più spesso nel nostro territorio vengono ridotte le aree che permettono la captazione e lo smaltimento delle piogge, con conseguenti problemi legati all’allagamento di alcune aree urbane.
Con il recupero dell’acqua piovana possiamo riutilizzare la risorsa idrica per ricaricare le cassette di risciacquo dei WC, per il lavaggio del bucato, per l’irrigazione del terreno e per il lavaggio dei veicoli. L’acqua piovana ha inoltre un enorme vantaggio nel caso in cui venga utilizzata per il lavaggio del bucato, in quanto è priva di calcare e quindi preserva le tubazioni e le resistenze elettriche interne delle lavatrici dai depositi calcarei, permettendo di utilizzare una minore quantità di detersivi per singolo ciclo di lavaggio fino ad arrivare anche a dimezzare il normale dosaggio dei prodotti.



È stato calcolato che il consumo medio giornaliero di acqua è pari a circa 220 litri per persona. Per avere un’idea dei consumi di una famiglia basta moltiplicare il valore per il numero di componenti di una famiglia, tenendo conto del fatto che con l'aumentare del numero dei componenti intervengono nel calcolo economie di scala e quindi il consumo totale sarà inferiore alla somma. Solo una piccola parte del consumo totale è impiegata per cucinare e per bere, mentre la maggior parte è usata per usi non alimentari: in bagno, per lavaggio di panni e stoviglie, per innaffiamento ecc.  Il totale quindi può variare di famiglia in famiglia, poiché ognuna ha le proprie necessità e abitudini quotidiane.

Per ridurre gli sprechi e diminuire il consumo è possibile inserire nei rubinetti dei riduttori di flusso, che permettono di abbassare il consumo idrico del 50%. I riduttori sono dei piccoli cilindri che si avvitano dentro al rubinetto e che miscelano l'acqua con l'aria, che permettono di ottenere un volume di acqua che esce dal rubinetto con un bel getto diminuendo il consumo ed evitando la sensazione che stia uscendo poca acqua.
Ma, come abbiamo visto, la soluzione più adatta ed eco sostenibile per preservare al meglio l’acqua che abbiamo a disposizione sta nell’utilizzo delle tecnologie presentate per il recupero e il riutilizzo delle acque grigie, nere e piovane.