Gli speciali

Impianti radianti per riscaldamento e raffrescamento: tipologie, vantaggi e svantaggi

A cura di: Maurizio Cudicio

Impianti radianti a parete, in caso di coibentazione delle strutture opache verticali esterne

Il riscaldamento a parete: quando è impossibile sfruttare il pavimento o il soffitto

Gli impianti radianti a parete vengono utilizzati quando non sia possibile intervenire né sui pavimenti, né sui soffitti, o nei casi in cui l’intervento di riqualificazione preveda la coibentazione delle strutture opache verticali esterne, in quanto anche in questo caso le soluzioni adottabili sono le stesse previste e descritte in precedenza per il riscaldamento a soffitto.



Anche in questo caso gli impianti possono essere realizzati o con pannelli in cartongesso accoppiati con pannelli coibenti o con sistemi capillari annegati direttamente nell’intonaco. Nel primo caso è possibile integrare le pareti interessate anche con gli impianti elettrici in quanto, dietro al pannello è possibile far passare cavidotti ed installare cassette elettriche, senza dover eseguire tracce sulle strutture edilizie.