News azienda

Coordinamento FREE, De Santoli nuovo Presidente

L’Assemblea dei Soci del Coordinamento FREE (Coordinamento Fonti Rinnovabili ed Efficienza Energetica), la maggiore Associazione italiana che riunisce le varie componenti del mondo delle energie rinnovabili, ha eletto come nuovo Presidente Livio de .Santoli, confermando all’unanimità Francesco Ferrante come Vicepresidente
Farà parte del nuovo direttivo del Coordinamento Free anche Marino Berton di AIEL in rappresentanza della filiera legno-energia. Livio de Santoli succede a G.B. Zorzoli, Presidente uscente a cui va il plauso di tutti per l’importante contributo dato alla crescita e all’autorevolezza del Coordinamento FREE. Su proposta del neo Presidente, G.B. Zorzoli è stato inoltre nominato Presidente onorario dell’Associazione.
 
«Le sfide del prossimo decennio per le rinnovabili saranno decisive per l'economia, per l'ambiente e per il clima, sia per il Pianeta, sia per l'Italia – ha spiegato il Presidente onorario G.B. Zorzoli -. Servirà una seria politica industriale, cosa non scontata per l'Italia, se vogliamo centrare gli obiettivi europei al 2030. Ringrazio di cuore tutti i soci per lo straordinario contributo che hanno dato al Coordinamento FREE in questi anni e soprattutto per il loro apporto di idee e proposte».
 
Livio de Santoli, che ha partecipato fin dalla fondazione all’attività del Coordinamento, prima come membro del Consiglio Direttivo, dal 2019 come Vicepresidente, è Prorettore all’Università La Sapienza, con delega per l’energia. È inoltre Presidente del Consiglio d’Area di Ingegneria Energetica della Facoltà d’Ingegneria, Direttore del Master SEMS – Strategy Energy Management Systems, Presidente dell’ ATI e coordinatore del gruppo di lavoro di Arera sull’efficienza energetica.
"Ringrazio tutti i soci e il Presidente Onorario G.B. Zorzoli per la fiducia. – ha dichiarato il nuovo Presidente del Coordinamento FREE de Santoli - Dobbiamo continuare l'ottima attività degli anni passati del Coordinamento, continuando e rafforzando l'opera contro l'eccesso di burocrazia che affligge tutte le rinnovabili in Italia. Lo sviluppo massiccio e organico delle fonti rinnovabili non è cruciale solo per il clima ma anche per l'economia del nostro Paese che vanta delle eccellenza di tutto rispetto nel settore che devono essere non solo salvaguardate, ma sviluppate».
 
Soddisfatto per la riconferma in seno al Comitato Direttivo del Coordinamento Free, Marino Berton in rappresentanza della filiera bosco, legno, energia: “le biomassse legnose sono la principale fonte energetica rinnovabile del nostro paese. L’utilizzo di legna da ardere e pellet nel settore del riscaldamento residenziale ha consentito all’Italia di raggiungere, con due anni di anticipo, gli obiettivi al 2020 imposti dall’Europa. Anche nel Pniec che fissa gli obiettivi energetici e climatici al 2030, le biomasse legnose giocano un ruolo decisivo nella produzione di calore rinnovabile: oltre la metà dell’energia termica (53%) dovrà essere prodotta da biomasse solide garantendo una produzione annua pari a circa 7 Mtep. Le biomasse legnose quindi giocano un ruolo importante nel processo di decarbonizzazione necessario per contrastare i cambiamenti climatici.  Un compito che Aiel affronta in modo responsabile, insieme alla sfida per il miglioramento qualità dell’aria che passa attraverso il turn-over tecnologico e l’educazione dell’utente finale”.  

Altre news da ATF