News azienda

ENEA: la bioenergia è l’energia del futuro

ENEA ha presentato nei giorni scorsi i risultati della ricerca riguardante il settore delle bioenergie: l’energia elettrica prossimamente verrà prodotta da biogas ottenuto con microalghe, scarti agroindustriali e paglia.

La cosiddetta bioenergia, energia prodotta dalle biomasse, grazie alla ricerca e all’innovazione, consente di ridurre sia i costi, che i tempi di produzione del biogas, e permette anche di abbattere gli inquinanti e aumentare la resa energetica.

Durante il workshop di presentazione dei risultati, sono state presentate anche le novità tecnologiche del settore: si è parlato di produzione di elettricità da biomasse; di caldaie a sali fusi e a cicli termodinamici non convenzionali volte ad aumentare la resa energetica; dei nuovi strumenti per ridurre le emissioni prodotte dalla combustione delle biomasse.

Ma veniamo ai biocombustibili gassosi. È stato realizzato dai ricercatori un impianto pilota alimentato a scotta, uno scarto delle industrie casearie, che permette di dimezzare i tempi di produzione del biogas e aumentare la resa energetica complessiva del 35%.

Funghi ruminali e microrganismi responsabili della fermentazione anaerobica, inoltre, hanno permesso di ottenere ottimi risultati dalla produzione di biogas da paglia, con una resa in metano aumentata fino al 68%.

Infine, per aumentare la produzione di biogas e diminuire i costi di produzione della biomassa, sono state sfruttate le proprietà fertilizzanti del digestato, sottoprodotto della digestione anaerobica, per far crescere colture di microalghe da riutilizzare per ottenere altro biogas dopo il riciclo dei rifiuti.

Altre news da