Focus risparmio energetico

Etichetta energetica: IMQ stila le norme per il risparmio energetico degli elettrodomestici

La nuova etichetta energetica arriverà nei negozi dal 2019: nel frattempo IMQ consiglia come avere la massima resa dagli elettrodomestici efficienti

Le nuove disposizioni in merito all’etichetta energetica degli elettrodomestici, da poco discussa dall’UE, arriveranno nei negozi, quindi al cliente finale, non prima del 2019, ma nel frattempo IMQ ha diffuso le regole consigliate per garantire la massima efficienza energetica nell’utilizzo dei prodotti.
 
IMQ, il più importante ente di certificazione in Italia, ha diffuso le raccomandazioni per il corretto utilizzo degli elettrodomestici in ottica di garantire la loro massima efficienza energetica, con conseguente risparmio economico per l’utenza finale.
 
IMQ supporta anche i produttori di elettrodomestici e, come ente al di sopra delle parti, garantisce che gli standard di efficienza e funzionalità siano sempre rispettati.
 
 

Etichetta energetica: come sarà

 
Come riportato in un nostro recente focus, le nuove regolamentazioni sull’etichetta energetica discusse da Europarlamento e Consiglio Europeo introdurranno una nuova scala energetica più chiara (da A a G) e le etichette saranno dotate di QR Code, in modo da consentire al consumatore di controllare tramite smartphone, al momento dell’acquisto, tutte le caratteristiche dell’elettrodomestico (ciò consentirà di avere paragoni più chiari per scegliere in autonomia).
 
Gli elettrodomestici avranno funzioni smart, cioè programmi appositi per garantire il massimo risparmio energetico, come l’attivazione a distanza tramite app per azionarli anche se fuori casa.
 
Tutti questi accorgimenti, uniti ai criteri legati all’ecodesign, porteranno a un risparmio di 175 Mega-tep all’anno entro il 2020, secondo le stime della Commissione Europea.
 
 

Le raccomandazioni per il corretto utilizzo degli elettrodomestici

 
Il condizionatore va azionato solo in ambienti chiusi, preferibilmente negli orari notturni per sfruttare il costo minore dell’energia e  per non sovraccaricare ulteriormente la rete elettrica nei picchi di consumo giornaliero.
 
Il frigorifero va collocato nel posto più fresco della cucina, ben aerato sul retro (almeno 10 cm di distanza), con termostato a temperatura intermedia, va sbrinato prima che il ghiaccio raggiunga i 5 mm di spessore e ovviamente va aperto il meno possibile.
 
Il forno va pulito accuratamente dopo ogni utilizzo, sarebbe bene spegnerlo alcuni minuti prima della fine cottura.
 
Utilizzare la lavastoviglie solo a pieno carico, senza prelavaggio (risparmio d’acqua) e senza asciugatura (risparmio energetico): aprendo lo sportello dopo il ciclo normale le stoviglie asciugano naturalmente e si risparmia quasi la metà dell’energia.
 
La lavatrice va utilizzata solo a pieno carico, oppure utilizzare sempre la funzione mezzo carico: prediligere programmi con temperature intermedie, tra i 40° e i 60°, e pulire frequentemente il filtro.
Articolo: Etichetta energetica: IMQ stila le norme per il risparmio energetico degli elettrodomestici
Valutazione: 0 / 5 basato su 0 voti.
Richiedi informazioni su questo focus

Etichetta energetica: IMQ stila le norme per il risparmio energetico degli elettrodomestici

Accetta le regole di utilizzo di ExpoClima e politica di protezione dei dati e privacy di ExpoClima.