Focus progetti

GreEnergy: un progetto europeo per lo sviluppo di nano-antenne per la raccolta di energia solare

GreEnergy, progetto guidato da un gruppo di ricerca internazionale, punta a sviluppare delle nano-antenne efficaci ed economiche per la raccolta di energia solare

GreEnergy, progetto europeo che punta a sviluppare delle nano-antenne ottiche da applicare alla raccolta di energia solare, partirà ad ottobre 2021.

La ricerca, la cui durata prevista è di 4 anni, rientra tra le iniziative finanziate dal programma UE Horizon 2020, e riceverà una sovvenzione di quasi 4 milioni di euro.

Il gruppo di ricerca coinvolto per la realizzazione di GreEnergy è composto da 8 diversi partner, tra cui eccellenti università e centri di ricerca, provenienti da 6 diversi paesi: la Chalmers University of Technology, con sede in Svezia, coordinerà il progetto, insieme ad altri enti situati in Germania, Svizzera, Israele e Finlandia. Per quanto riguarda l’Italia, verranno coinvolte  l’Università di Udine e il Politecnico Universitario delle Marche.

Il progetto mira a sviluppare un nuovo modo di raccogliere l’energia solare tramite nano-antenne ottiche a banda larga ad alta efficienza con componente per la raccolta, dotate di un sistema di autoalimentazione in modo tale da non aver bisogno di carica da un alimentatore esterno, come invece richiedono altre tecnologie per la raccolta dell’energia solare.

Secondo le previsioni, questa tecnologia risulterebbe essere competitiva con  le altre impiegate nel solare, poiché in grado di raggiunge un’efficienza del 20-40%. Ma l’efficienza potenziale stimata dai ricercatori arriva addirittura al 90%, con un costo inferiore ai 100 € per 1m2.

Queste ipotesi dimostrano come la tecnologia che GreEnergy vuole sviluppare potrebbe rivelarsi molto più vantaggiosa dell’attuale fotovoltaico utilizzato, che ha un efficienza media tra il 15-20%, il cui prezzo si aggira intono ai 400€ al metro quadro.

“Con GreEnergy vogliamo dimostrare che è possibile raccogliere l'energia solare in modo più efficiente
e a costi inferiori rispetto a quanto avviene attualmente con le celle fotovoltaiche
", afferma il coordinatore del progetto Prof. Per Lundgren, della svedese Chalmers University of Technology. " Questo è un obiettivo che intendiamo raggiungere con una progettazione coordinata dell'antenna, del raddrizzatore e del dispositivo di accumulo di energia per ottenere un'integrazione ottimale. Tale tecnologia integrata non ha precedenti e rappresenterà un cambiamento fondamentale nelle modalità in cui l'energia solare può essere raccolta."
 
Articolo: GreEnergy: un progetto europeo per lo sviluppo di nano-antenne per la raccolta di energia solare
Valutazione: 0 / 5 basato su 0 voti.
Richiedi informazioni su questo focus

GreEnergy: un progetto europeo per lo sviluppo di nano-antenne per la raccolta di energia solare

Accetta le regole di utilizzo di ExpoClima e politica di protezione dei dati e privacy di ExpoClima.