Focus normative

Teleriscaldamento e teleraffrescamento: due prassi di riferimento UNI in consultazione pubblica

Fino al 9 giugno aperta la consultazione pubblica per due nuove prassi di riferimento in tema di teleriscaldamento e teleraffrescamento

Avviata la consultazione pubblica UNI per due progetti di passi di riferimento in tema di teleriscaldamento e teleraffrescamento. Le due proposte di linee guida sono state elaborate su mandato di ARERA, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, e sono state approvate lo scorso marzo durante la riunione del Tavolo “Applicazione protocollo ARERA-CTI in materia di Teleriscaldamento e Teleraffrescamento”.
 
I due documenti sono messi a disposizione del pubblico (anche allegati a questo Focus) a cui viene chiesto di fornire ad UNI, Ente Italiano di Normazione, entro il 9 giugno, le proprie raccomandazioni sui testi proposti, le quali verranno poi tenute in considerazione e discusse prima della stesura finale dei testi da pubblicare.
 
Il primo progetto, intitolato Linee Guida di Pronto Intervento e Gestione delle Emergenze per il servizio di Teleriscaldamento e Teleraffrescamento, definisce le modalità di esecuzione delle attività di pronto intervento e di gestione delle emergenze al fine di garantire la sicurezza del servizio per le reti di trasporto, le reti di distribuzione, gli allacciamenti, le sottostazioni d’utenza di una infrastruttura di Teleriscaldamento (TLR) o Teleraffrescamento (TLF), come definiti dalla legislazione nazionale vigente.

Il testo stabilisce univocamente gli obiettivi, le attività, la struttura organizzativa e le competenze utili alla gestione rapida ed efficace del servizio di pronto intervento e delle emergenze.
Le linee guida stabiliscono i meccanismi per:

- la ricezione delle segnalazioni di anomalia;
-  l’individuazione delle anomalie segnalate sulle reti di trasporto, le reti di distribuzione, gli allacciamenti e/o le sottostazioni d’utenza;
- assicurare il ripristino tempestivo e il mantenimento delle condizioni di sicurezza;
- minimizzare gli effetti dell’anomalia e prevenire le emergenze con attenzione particolare ai clienti finali.
 
Il secondo progetto invece si intitola Linee Guida per le caratteristiche e la qualità del fluido termovettore delle reti di Teleriscaldamento e Teleraffrescamento. Andrà applicato alle infrastrutture nuove o esistenti in modo da prevenire guasti o dispersioni di fluido provocate dalla composizione chimica dello stesso, che potrebbero influire sull’esercizio, ad esclusione delle reti di TLR e TLF geotermiche a bassa temperatura che utilizzano l’acqua prelevata e reimmessa in falda come fluido termovettore.
 
All’elaborazione dei testi delle Prassi di Riferimento in tema di teleriscaldamento e teleraffrescamento per hanno collaborato gli esperti UNI e CTI assieme alle principali associazioni di settore (tra cui AIRU, FIPER e UTILITALIA) e a soggetti pubblici e privati interessati dall’argomento.
 
Articolo: Teleriscaldamento e teleraffrescamento: due prassi di riferimento UNI in consultazione pubblica
Valutazione: 0 / 5 basato su 0 voti.
Richiedi informazioni su questo focus

Teleriscaldamento e teleraffrescamento: due prassi di riferimento UNI in consultazione pubblica

Accetta le regole di utilizzo di ExpoClima e politica di protezione dei dati e privacy di ExpoClima.