Focus Mercati

Eni investe sul più grande impianto eolico offshore al mondo, nascerà in UK e avrà potenza di 2,4 GW

Eni ha acquisito il 20% del progetto Dogger Bank (A e B) che porterà all’installazione di 190 turbine eoliche da 13 MW lungo le coste del Regno Unito

L’italiana Eni si attiva sbarcando sul mercato dell’eolico offshore con un importante investimento che porterà alla realizzazione di uno dei più grandi progetti mondiali nel Regno Unito.
 
L’impegno Eni in questo contesto parte dall’acquisizione da Equinoe New Energy e SSE Renewables del 20% del progetto Dogger Bank (A e B) in UK, per una potenza di 2,4 GW.
Questo imponente progetto, noto nel mondo per essere uno dei più ambiziosi sulla piazza, porterà all’installazione di 190 turbine di ultima generazione da 13 MW l’una, posizionate a circa 130 km dalle coste britanniche, arrivando ben presto a generare complessivamente 2,4 GW di energia.
 
Una volta portato a pieno regime, questo grande impianto dovrà arrivare a produrre 3,6 GW di potenza, diventando il più grande progetto al mondo, capace di coprire da solo circa il 5% della domanda elettrica dell’UK, alimentando così le utenze di circa 6 milioni di famiglie britanniche.
 
Il grande progetto Dogger Bank (A e B) richiederà un investimento complessivo di 6 miliardi di sterline e si protrarrà per almeno 4 anni, con il completamento della prima fase entro il 2023 e della seconda entro la fine del 2024.
 
Con il progetto Dogger Bank Eni coglie l’occasione per entrare nel mercato dell’eolico offshore del Nord Europa, uno dei più validi e solidi al mondo, affiancando due partner solidi come Equinor New Energy e SSE Renewables, dai quali spera di poter acquisire importanti competenze da sfruttare in futuro per la realizzazione di progetti eolici offshore anche in altre parti del globo.
 
La partecipazione a questo grande progetto internazionale permetterà ad Eni di aggiungere 480 MW di energia da rinnovabili al raggiungimento degli obiettivi di capacità installata da rinnovabili nel 2025, che dovrà raggiungere i 5 GW.
 
Claudio Descalzi, Amministratore Delegato di Eni ha dichiarato: “L’ingresso nel mercato dell’eolico offshore in Nord Europa rappresenta per Eni una grande occasione che ci consentirà non solo di acquisire ulteriori skills nell’offshore wind, grazie alla collaborazione con due aziende leader del settore, ma anche di contribuire in modo sostanziale al raggiungimento del target di 5 GW di potenza installata da rinnovabili al 2025, tappa intermedia per il più ambizioso obiettivo relativo all’azzeramento delle emissioni nette di gas serra sia dirette sia indirette in Europa al 2050”.
 
Questa importante operazione commerciale da parte di Eni è stata supportata da RBC Europe in qualità di executive financial advisor e da Bracewell (UK) LLP come legal advisor.
Articolo: Eni investe sul più grande impianto eolico offshore al mondo, nascerà in UK e avrà potenza di 2,4 GW
Valutazione: 0 / 5 basato su 0 voti.
Richiedi informazioni su questo focus

Eni investe sul più grande impianto eolico offshore al mondo, nascerà in UK e avrà potenza di 2,4 GW

Accetta le regole di utilizzo di ExpoClima e politica di protezione dei dati e privacy di ExpoClima.