Focus Mercati

205 milioni per il più grande asset di impianti fotovoltaici in Italia

A2A acquista dalla britannica Octopus Renewables un portafoglio di 17 impianti fotovoltaici, con potenza totale pari a 173 MW, per un valore totale di 205 milioni di euro

A2A, azienda italiana che opera nel settore ambiente, energia, calore, reti e tecnologie, si appresta a concludere un’ingente operazione di acquisto di impianti fotovoltaici in Italia.

Attiva nella produzione, distribuzione e vendita di energia elettrica e gas, con questa acquisizione A2A si piazza al secondo posto nella classifica italiana per capacità installata nel settore delle energie rinnovabili e arriva ad avere il 33% dell’energia prodotta da fonti rinnovabili.

A2A ha siglato un accordo per l’acquisto di 17 impianti fotovoltaici per una potenza nominale di 173 MW, di cui 9 in Lazio e 8 in Sardegna, il più grande portafoglio di impianti in Italia senza incentivi da parte del GSE.
Gli impianti sono attualmente gestiti da Octopus Renewables, società britannica specializzata nella gestione di servizi finanziari e di fornitura nel settore dell’energia.

L’operazione amplia, e quasi raddoppia, l’attuale portafoglio fotovoltaico di 111 MW già in possesso del gruppo, portandolo al terzo posto nella produzione di energia solare nel mercato italiano. 

Un’operazione del valore di 205 milioni di euro, a cui corrisponde un equity IRR (ossia il tasso interno di rendimento, che indica il guadagno nel tempo dell’investimento) che ammonta al 6% circa.

“Questa operazione rappresenta il primo investimento rilevante nella direzione indicata dal nuovo Piano Industriale presentato a fine gennaio” ha dichiarato Renato Mazzoncini, Amministratore Delegato di A2A. “Con l’acquisizione di questi 17 impianti consolidiamo la posizione di secondo operatore nelle rinnovabili per capacità installata in Italia e incrementiamo la quantità di energia green a disposizione dei clienti”.

L’asset acquistato da A2A garantirà un aumento della capacità installata che porterà alla produzione di 420 GWh di energia pulita, cifra che rappresenta il consumo annuo di 200.000 clienti del settore residenziale.

Il life cycle assessment degli impianti (lca), ovvero la valutazione degli impatti ambientali di un prodotto/servizio, indica che eviteranno l’emissione di 2,5 milioni di tonnellate di CO2. La dimensione delle singole strutture degli impianti e le modalità di connessione consentiranno inoltre l’utilizzo dell’asset anche per storage e idrogeno.

Secondo il Decreto Golden Power, la normativa per la tutela degli assetti delle imprese operanti in ambiti considerati strategici e di interesse nazionale, il consenso all’operazione di acquisto degli impianti da parte di A2A spetterà al Governo.
 
Articolo: 205 milioni per il più grande asset di impianti fotovoltaici in Italia
Valutazione: 0 / 5 basato su 0 voti.
Richiedi informazioni su questo focus

205 milioni per il più grande asset di impianti fotovoltaici in Italia

Accetta le regole di utilizzo di ExpoClima e politica di protezione dei dati e privacy di ExpoClima.