Focus incentivi

Firmati i decreti attuativi per il Superbonus, definitivi requisiti tecnici e asseverazioni

Siglati definitivamente i due decreti attuativi necessari per l’applicazione del Superbonus al 110%

Dopo tanta attesa sono finalmente stati siglati i provvedimenti attuativi relativi al Superbonus al 110%, lo ha annunciato il Ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli.
In un’audizione in commissione vigilanza sull’anagrafe tributaria, ha diffuso l’ANSA, il Ministro Patuanelli ha annunciato che il MiSE nella giornata di ieri, 29 luglio, era pronto alla firma del decreto sui “requisiti tecnici” e di quello sulle “asseverazioni”.

A detta del Ministro, il Decreto più importante è quello sui requisiti tecnici.
"La bozza ha subito una significativa accelerazione dell'iter che si è concluso, fermo restando che la firma che avverrà nelle prossime ore dovrà ottenere poi il concerto dei ministeri dell'Economia, delle Infrastrutture e dell'Ambiente, anche se quello informale è stato acquisito e poi la necessaria registrazioni quindi i tempi non saranno lunghi ma non sarà domani" ha chiarito Patuanelli poco prima della firma.
Il testo del provvedimento stabilisce i requisiti tecnici che dovranno essere soddisfatti dagli interventi per i quali si desidera beneficiare delle agevolazioni fiscali come il superbonus al 110%, l’ecobonus e il bonus facciata. Tra le informazioni fornite ci sono i massimali di costo specifici per gli interventi, le procedure e le modalità di controllo che verranno attuate per controllare l’effettivo rispetto dei requisiti per l’accesso agli incentivi.
 
L’altro decreto che è stato firmato non ha invece avuto bisogno di concerto, dopo che era stato migliorato già nel corso dei lavori parlamentari per la conversione in legge del Decreto Rilancio.
 
Riferendosi al Superbonus del 110% il Ministro ha annunciato di ritenere “che le risorse ci saranno per portare avanti il superbonus per tutto il settennato della programmazione economica-finanziaria europea" e che probabilmente questo strumento verrà collegato ai progetti da presentare entro il 15 ottobre alla Commissione per poter usufruire delle risorse concesse dal Recovery Fund.
 
Considerata questa possibilità per il prossimo futuro, il Ministro ha chiarito che "uno dei 13 elementi di valutazione dei progetti che entro il 15 ottobre dovremo presentare alla Commissione Ue per l'uso delle risorse messe a disposizione dal Recovery Fund è il raggiungimento degli obiettivi Piano Energia e Clima (Pniec)".
 
"l'efficientamento energetico è importante: il 35% degli obiettivi di riduzione delle emissioni è legato proprio all'efficientamento energetico degli immobili. Riteniamo che possa essere uno degli elementi da inserire, che duri tutto il settennato, e possa avere le risorse europee.”
Si tratta di una sfida complessa, Patuanelli ne è consapevole, riferendosi quindi non solo al superbonus ha detto: "ritengo che si debba dare certezza" alle misure "nell'arco di un triennio" in modo da permettere la "programmazione investimenti" e poi eventualmente prorogare per altri tre anni se dal monitoraggio emergono effetti positivi.
 
Fonte originale: ANSA
Articolo: Firmati i decreti attuativi per il Superbonus, definitivi requisiti tecnici e asseverazioni
Valutazione: 0 / 5 basato su 0 voti.
Richiedi informazioni su questo focus

Firmati i decreti attuativi per il Superbonus, definitivi requisiti tecnici e asseverazioni

Accetta le regole di utilizzo di ExpoClima e politica di protezione dei dati e privacy di ExpoClima.