Focus Aziende

Tecno Refrigeration presenta il nuovo chiller monovite per l’industria di processo

Il chiller con compressore monovite a due satelliti è ideale per la produzione di acqua refrigerata a bassissime temperature

DOCUMENTAZIONE DISPONIBILE
Già da qualche anno Tecno Refrigeration si è specializzata nella produzione di chiller per l’industria di processo.

Applicazioni di questo tipo richiedono unità in grado di sviluppare un’elevata potenza frigorifera utile, grande affidabilità e regolazione continua della capacità.

La gamma di chiller di questo tipo prodotta da Tecno Refrigeration è interamente “custom-made”, nel pieno rispetto della filosofia e della tradizione aziendale, che l’ha sempre vista in grado di soddisfare puntualmente le richieste del cliente, siano esse di tipo diretto o derivanti da un capitolato tecnico.

Processi industriali di questo tipo, che variano dall’alimentare, al farmaceutico, passando per il chimico e per il raffreddamento di materiali, richiedono l’uso di acqua a temperature fortemente al di sotto dello zero. R404A e R507A sono stati i gas che sempre sono andati per la maggiore in applicazione del genere.

Uno studio attento della Direttiva F-Gas e una proiezione futura delle possibili conseguenze sul mercato, da parte del reparto Ricerca & Sviluppo di tutto il Gruppo Galletti, ha fatto sì di introdurre R407F come fluido frigorifero per unità come quelle descritte in questo paragrafo.

Il GWP di tale refrigerante (pari all’incirca a 1800) lo candida come soluzione a medio periodo per il futuro.

Di recentissima realizzazione è un chiller per produzione di miscela di acqua e glicole propilenico in concentrazione volumetrica del 50% alla temperatura di -20°C, che monta un compressore monovite a due satelliti di fabbricazione Britannica, accoppiato a motore elettrico esterno ed inverter per variazione della frequenza.

Il processo in questione necessita di una macchina in grado di adattarsi puntualmente alla variazione del carico dovuto ai prelievi ad intervalli quasi regolari, di cui la produzione dell’azienda alimentare in cui essa è installata ha bisogno.

Attraverso la realizzazione di un software dedicato, da parte dei programmatori interni all’azienda, Tecno Refrigeration è riuscita a fornire un’unità altamente modulante, integrando la modulazione derivante dal cassetto regolatore di capacità proprio del compressore a quella data dall’inverter accoppiato al motore elettrico.

Il chiller si appoggia ad una pompa in moto continuo, in grado di assicurare la circolazione dell’olio in un circuito esterno a quello frigorifero, fornito di un separatore d’olio bi-stadio ad elevatissima efficienza, e di uno scambiatore a piastre che ha consentito di recuperare il calore dissipato dal raffreddamento del lubrificante per la produzione di acqua calda alla temperatura di 40°C, anch’essa utilizzata all’interno di una fase del processo di produzione.

L’elevata efficienza delle unità fornite e gli intrinseci risparmi e sicurezza che il contenimento della carica di refrigerante, dovuto all’utilizzo di acqua come fluido termovettore del processo, portano con sé, forniscono un notevole plus al prodotto, e garantiscono una soluzione tecnologica in grado di essere spesa sul mercato ancora per molto tempo.
 
DOCUMENTAZIONE DISPONIBILE
Articolo: Tecno Refrigeration presenta il nuovo chiller monovite per l’industria di processo
Valutazione: 0 / 5 basato su 0 voti.
Richiedi informazioni su questo focus

Tecno Refrigeration presenta il nuovo chiller monovite per l’industria di processo

Accetta le regole di utilizzo di ExpoClima e politica di protezione dei dati e privacy di ExpoClima.