Focus Associazioni

Come prendersi cura del climatizzatore in estate? I consigli di Assoclima

Con l’arrivo del caldo dei mesi estivi Assoclima fornisce ai consumatori dei consigli utili per la manutenzione e il corretto funzionamento dei climatizzatori

È arrivato ufficialmente il caldo, e per far fronte alle alte temperature che caratterizzano le estati italiane è giunto il momento di rimettere in funzione i climatizzatori domestici.

Ma quali sono le procedure da compiere prima di riavviare queste apparecchiature?  I climatizzatori infatti vengono accesi solo per poche settimane all’anno, restando inutilizzati per molti mesi. È per questo motivo che è sempre opportuno seguire alcune semplici pratiche di manutenzione ordinaria per assicurarsi il loro corretto funzionamento, come consiglia Assoclima, l’associazione nazionale dei costruttori di sistemi di climatizzazione.

La prima cosa da fare per  effettuare una corretta manutenzione stagionale dei climatizzatori è la pulizia dei filtri delle unità interne. I filtri dei climatizzatori possono essere realizzati con diversi materiali, ognuno dei quali deve essere trattato in determinati modi, e per capire che tipo di filtro abbiamo davanti può essere necessario consultare le istruzioni del climatizzatore o in alternativa chiedere indicazioni al tecnico installatore.

Nella maggior parte dei casi i filtri dei climatizzatori sono realizzati con materiale plastico, quindi è sufficiente lavarli con acqua e poi asciugarli bene; nel caso di filtri in materiale deperibile invece è meglio cercare pulirli senza ricorrere al getto d’acqua o optare per la sostituzione con nuovi filtri, mentre se il climatizzatore è dotati di filtri costituiti da zeoliti o biossido di titanio fotocatalitico è necessario lavarli con acqua e poi esporli al sole, per permettere ai raggi UV di rigenerarli.

Un altro aspetto fondamentale per la buona manutenzione del climatizzatore è la pulizia della batteria di scambio dell’unità esterna con un getto d’acqua o in alternativa con un flusso d’aria (in questo caso Assoclima suggerisce di usare l’aria fredda del phon). Inoltre, è bene accertarsi del funzionamento dello scarico condensa verificando che l’acqua condensa venga drenata all’esterno in maniera corretta.

Dopo aver compiuto questi semplici interventi di manutenzione stagionale ordinaria si dovrà verificare che il climatizzatori funzioni correttamente, controllando che in funzione raffrescamento estivo esca aria fredda. Può capitare infatti che il climatizzatore perda la carica di refrigerante, con conseguente abbassamento della resa termica: per controllare il livello di carica del refrigerante è necessario contattare il centro assistenza della casa produttrice del climatizzatore o un tecnico abilitato, facendo attenzione a scegliere sempre personale e aziende certificate in possesso del patentino F-gas.
 
Articolo: Come prendersi cura del climatizzatore in estate? I consigli di Assoclima
Valutazione: 0 / 5 basato su 0 voti.
Richiedi informazioni su questo focus

Come prendersi cura del climatizzatore in estate? I consigli di Assoclima

Accetta le regole di utilizzo di ExpoClima e politica di protezione dei dati e privacy di ExpoClima.