Gli speciali

Costi, tecnologie e vantaggi della Ventilazione Meccanica Controllata

A cura di: Cudicio Maurizio – Libero Professionista

Ventilazione meccanica controllata: prezzi e detrazioni fiscali

I prezzi medi per un impianto VMC, le detrazioni fiscali applicabili e gli importi massimi previsti

Cosa trovi in questo articolo
  • Detrazioni fiscali per impianti VMC
Determinare un costo complessivo che possa essere inteso come dato riparametrizzabile per qualsiasi tipo di impianto di ventilazione meccanica controllata, non è così semplice, perché entrano in gioco numerosi fattori che possono modificare anche in modo pesante il valore complessivo dell’impianto.

È necessario e soprattutto consigliabile, dunque, affidarsi a imprese e progettisti di comprovata esperienza, che saranno in grado di fornire progetti studiati in modo specifico per l’edificio per il quale si intende predisporre l’impianto VMC.

Ad ogni modo, si riporta una tabella nella quale vengono riportati dei costi indicativi per i più comuni impianti di ventilazione meccanica controllata per un immobile ad uso abitativo di circa 100 m².

COSTO ORIENTATIVO IMPIANTO VMC
Tipo impianto
Descrizione
Costo [€]
Monostanza
Recuperatore di calore per singola stanza con flusso d’aria reversibile e scambiatore con rendimenti fino al 90%
650,00
Impianto a doppio flusso con recuperatore
Solo ricambio di aria
Impianto per solo ricambio dell'aria composto da unità di recupero del calore ad alta efficienza, con motore EC, rendimento pari a 90%, canale semiovale antistatico/antibatterico compreso silenziatori e serrande di regolazione
5.600,00
Impianto per solo ricambio dell'aria composto da recuperatore di calore con rendimento pari al 90% adatta all'installazione a parete canale semiovale antistatico/antibatterico compreso silenziatori e serrande di regolazione
6.000,00
Ricambio aria e deumidificazione
Impianto per ricambio aria e deumidificazione composto da unità di ventilazione meccanica controllata per installazione a soffitto con recuperatore di calore con rendimento pari a 90%, sezione di trattamento aria con deumidificazione, raffrescamento e riscaldamento, canale semiovale antistatico/antibatterico compreso silenziatori e serrande di regolazione
10.300,00
Ricambio aria, deumidificazione + caldo/freddo
Impianto per ricambio aria, deumidificazione, riscaldamento e raffrescamento composto da unità di ventilazione meccanica controllata per installazione a soffitto con recuperatore di calore con rendimento pari a 90%, sonde di temperatura ed umidità, canale semiovale antistatico/antibatterico compreso silenziatori e serrande di regolazione
12.100,00
Note
 
I prezzi sopra riportati sono da intendersi prezzi medi per unità abitativa di circa 100 m², al netto di eventuali assistenze e opere murarie di particolare rilievo, IVA.


Detrazioni fiscali per impianti VMC


Anche gli impianti VMC possono beneficiare delle detrazioni fiscali del 50% come previsto dalla Legge n. 190 del 23 dicembre 2014, conosciuta come Legge di Stabilità 2015, per le spese documentate, relative agli interventi di cui all'articolo 16-bis, comma 1 del decreto del Presidente della Repubblica 22 Dicembre 1986, n. 917, fino ad un ammontare complessivo delle stesse non superiore a 96.000 euro per unità immobiliare di tipo residenziale.

Tale agevolazione è valida fino al 31 Dicembre 2015, mentre dal 1° Gennaio 2016 la detrazione verrà ridotta alla misura ordinaria del 36% e con il limite di 48.000 euro per unità immobiliare.

La detrazione è ripartita in dieci quote annuali di pari importo, nell’anno in cui è sostenuta la spesa e in quelli successivi, a condizione che il beneficiario sia proprietario o titolare di altro diritto reale sull’unità abitativa oggetto di intervento. Non può beneficiare di tale ripartizione, per esempio, l’inquilino.

Gli interventi, infatti, per cui è concessa l’agevolazione fiscale, riguarda le opere di manutenzione ordinaria e straordinaria, interventi di restauro conservativo e di ristrutturazione edilizia.

Preme evidenziare, inoltre, che gli impianti VMC, possono, in condizioni particolari, accedere anche alle detrazioni fiscali del 65%, le quali, oltre a garantire una detraibilità maggiore, permettono anche alle persone fiscali di accedere a tali benefici, purché ne abbiano il titolo e rientrino nei parametri.

L’impianto VMC permette di aumentare la classe energetica dell’edificio, riducendo i consumi energetici. È proprio da tale assunto che, se l’impianto VMC rientra in un contesto di riqualificazione globale energetica dell’edificio esistente, ai sensi dell’art. 1, comma 344 della Legge Finanziaria 2007 e smi.

Gli li interventi di riqualificazione energetica globale dell’edificio riguardano tutti gli interventi di qualsiasi tipo che consentano di conseguire un fabbisogno annuo di energia per la climatizzazione invernale non superiore ai valori riportati nelle tabelle di cui all’Allegato A del DM 11 Marzo 2008, come modificato dal DM 26 Gennaio 2010 e di seguito riportate:

EDIFICI RESIDENZIALI DELLA CLASSE E.1 (Classificazione art. 3, DPR 412/93)
Esclusi collegi, conventi, case di pena e caserme
Rapporto di forma dell’edificio S/V
Zona climatica
A
B
C
D
E
F
Fino a 600 GG
A 601 GG
A 900 GG
A 901 GG
A 1400 GG
A 1401 GG
A 2100 GG
A 2101 GG
A 3000 GG
Oltre 3000 GG
 <0,2  
7,7
7,7
11,5
11,5
19,2
19,2
27,5
27,5
37,9
37,9
 >0,9  
32,4
32,4
43,2
43,2
61,2
61,2
71,3
71,3
94
94
Tabella 22 - Valori limite dell’indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale, espresso in kWh/m3 anno


TUTTI GLI ALTRI EDIFICI
Rapporto di forma dell’edificio S/V
Zona climatica
A
B
C
D
E
F
Fino a 600 GG
A 601 GG
A 900 GG
A 901 GG
A 1400 GG
A 1401 GG
A 2100 GG
A 2101 GG
A 3000 GG
Oltre 3000 GG
 <0,2  
1,8
1,8
3,2
3,2
5,4
5,4
7,7
7,7
10,3
10,3
 >0,9  
7,4
7,4
11,5
11,5
15,6
15,6
18,3
18,3
25,1
25,1
Tabella 23 - Valori limite dell’indice di prestazione energetica per la climatizzazione invernale espresso in kWh/m3 anno.


Scarica in PDF lo Speciale 87 - Ventilazione meccanica controllata