Gli speciali

Edifici a energia quasi zero, i primi passi verso una progettazione integrata

Termocamere FLIR: solide prove per risoluzioni giudiziarie

Le termocamere FLIR forniscono solide prove per la risoluzione di un caso giudiziario

Le problematiche relative al mondo dell’edilizia spesso sfociano in casi giudiziari. La sfida più grande per scoprire la verità è ottenere fatti concreti. Le termocamere FLIR offrono sistemi in grado di fornire esattamente il tipo di informazioni necessarie  per trarre le giuste conclusioni.

Un esempio è il caso giudiziario italiano relativo alla comparsa di umidità e muffa in un complesso di nuova costruzione. Gli abitanti hanno affermato che la costruzione dell'edificio era difettosa, mentre l'imprenditore edile ha affermato che la responsabilità ricade sugli inquilini rei di non riscaldare e ventilare gli appartamenti in modo adeguato.
Le ispezioni attraverso le termocamere FLIR hanno permesso di risolvere la disputa.

Questo caso è stato portato davanti al tribunale di Vicenza. A causa di una mancanza di informazioni attendibili il consulente tecnico del tribunale di Vicenza ha richiesto i servizi degli esperti di imaging termico dell’agenzia Multites Srl, specializzata in analisi termografiche e nella ricerca di infiltrazioni d'acqua.

“Abbiamo ispezionato gli appartamenti contestati sia all'esterno che all'interno e abbiamo trovato alcune perdite significative di calore e dei ponti termici", spiega EvianaFaccin, consulente di termografia presso la Multites. Un ponte termico è una zona con un minor isolamento; infatti il calore segue il percorso con la minore resistenza. "Un'ulteriore ispezione ha dimostrato che ogni macchia di muffa si trovava su un pezzo di muro che evidenziava un ponte termico nelle immagini termiche.

“L’ispezione ha mostrato chiaramente che il danno dell'umidità e la formazione di muffe erano stati causati da difetti di costruzione", continua Faccin.

Per questa ispezione Faccin ha utilizzato una termocamera FLIR B335, progettata appositamente per l'edilizia, con una lente a 45°.

"Ho usato questa termocamera perché produce immagini termiche di ottima qualità, ma anche il fatto che dispone di obiettivi intercambiabili è stato molto utile. Quando si ispezionano gli edifici spesso non si ha lo spazio per allontanarsi quanto serve per catturare in una sola immagine termica la parte dell'edificio che si desidera esaminare. In questo caso la disponibilità dell’obiettivo grandangolare a 45° è veramente vantaggiosa".

Per produrre report, Faccin utilizza il software FLIR Reporter. "Questo programma software è molto facile da utilizzare e permette di disegnare in modo rapido ed efficiente il rapporto di ispezione dell'edificio".