News azienda

A Milano, dal 18 gennaio, appuntamento con la certificazione del tecnico addetto alla manutenzione impianti

La manutenzione ordinaria degli impianti di climatizzazione, e in particolare di quelli di trattamento aria, rappresenta ormai un punto centrale nel settore dell’impiantistica, in base a regolamenti comunali, leggi regionali, alle Linee Guida nazionali*, alle norme tecniche in materia – in particolare la UNI 15870: 2011 “Ventilazione degli edifici - Condotti - Pulizia dei sistemi di ventilazione” - e alla Procedura operativa per la valutazione e gestione dei rischi correlati all’igiene degli impianti di trattamento aria, realizzata dalla Commissione consultiva permanente per la salute e sicurezza sul lavoro.

E non potrebbe essere altrimenti, dato che la qualità dell’aria interna – soprattutto di ambienti ad alta frequentazione quali locali pubblici, luoghi di lavoro e, ancor più, nel settore sanitario  – è essenziale per la salute e il benessere degli occupanti.

Grande rilievo assume, di conseguenza, la figura professionale del tecnico preposto alla manutenzione, ispezione e ad eventuali riparazioni di questi sistemi che – come sottolineato dalle Linee Guida del Ministero della Salute, riprese dalla Procedura operativa – devono essere effettuate da “personale specializzato che abbia una completa e appropriata formazione”.

Tale formazione è attualmente volontaria, ma viene spesso richiesto che il personale addetto alla manutenzione di impianti sia formato in base alle sopracitate disposizioni in materia e disponga di un livello di formazione pari almeno all’operatore di categoria B (operazioni semplici) o, in caso di incarichi di responsabilità circa il controllo dell’igiene, abbia una formazione specifica per Responsabile dell’Igiene, Categoria A, secondo quanto previsto dalle sopra indicate Linee Guida. 

*“Linee guida per la definizione di protocolli tecnici di manutenzione predittiva per gli impianti di climatizzazione” (Ministero della Salute - Accordo Stato-Regioni Provv. 05/10/2006 - G.U. 03/11/2006).

Il calendario del Percorso di AiCARR Formazione, con certificazione
18-19-30-31 gennaio e 1 febbraio 2017
Modulo MA01 (36 ore) – Formazione Cat. B e prima parte formazione Cat. A


6-7-8 marzo 2017
Modulo MA02 (20 ore) – Seconda parte formazione Cat. A
al termine del Percorso, grazie alla partnership con ICMQ, è possibile certificare la competenza conseguita in seguito al superamento di un esame.

Richiesti CFP per ingegneri e periti industriali.

Offerte personalizzate e quote speciali
Vi invitiamo a contattare la Segreteria (dott.ssa Paola Luciani – paolaluciani@aicarrformazione.org – tel. 02 67075805) per richiedere offerte personalizzate e rateizzazioni dei pagamenti.
Sono previsti ulteriori sconti per chi si iscrive al Percorso entro martedì 3 gennaio.

Per informazioni e iscrizioni clicca qui

Altre news da AiCARR