Focus risparmio energetico

FER non fotovoltaiche: pubblicato il bollettino aggiornato al 30 Giugno

Dal GSE tutti gli aggiornamenti relativi al I semestre 2016 sull’incentivazione delle fonti rinnovabili. Solo 70 i controlli degli impianti al 30 Giugno 2016

È pubblico e consultabile il bollettino informativo “Incentivazione delle fonti rinnovabili. Bollettino aggiornato al 30 Giugno 2016”, che riporta la sintesi dei dati relativi all’incentivazione delle fonti rinnovabili tramite i diversi meccanismi di supporto.
 
Il documento, dunque, fornisce aggiornamenti dettagliati sui meccanismi di incentivazione degli impianti a fonti rinnovabili diverse dal fotovoltaico, e presenta informazioni relative alle attività di qualifica e controllo degli impianti, all’emissione dei certificati verdi e all’erogazione delle tariffe onnicomprensive e delle tariffe incentivanti indicate dal DM 6 Luglio 2012.
 
Ma vediamo qualche dato, sempre riferito al I semestre 2016.
 
Gli impianti incentivati ai sensi del DM 6/07/2012 relativo alla produzione di energia elettrica da impianti FER non fotovoltaici sono stati 1951, per una potenza complessiva di circa 948 MW.
 
Gli impianti in possesso della qualifica IAFR per gli impianti alimentati da fonti rinnovabili, necessaria per l’ottenimento dei certificati verdi, al 30 Giugno erano 4838, per un totale di 19.057 MW di potenza.
 
Sono stati emessi dal GSE, nel primo semestre di quest’anno, 30,8 milioni di Certificati Verdi secondo qualifica IAFR 2015, relativi alla produzione di 1683 impianti, per una potenza complessiva di 18,1 GW.
 
Tramite il meccanismo delle Tariffe Onnicomprensive risultano incentivati, invece, 2877 impianti, per una potenza complessiva di 1664 MW.
 
Per quanto riguarda il controllo sugli impianti, infine, dal documento si evince che, per quanto riguarda gli impianti incentivati con DM 6/07/2012, sono state eseguite 585 verifiche dal 1° Gennaio 2014 al 30 Giugno 2016, e in particolare sono solo 70 i controlli effettuati durante quest’anno, fino al 30 Giugno.
 
Come sappiamo, infatti, è compito del GSE quello di verificare l’esistenza delle caratteristiche per il riconoscimento o il mantenimento degli incentivi per tutto il periodo di incentivazione, e il GSE stesso deve portare a termine questo compito attraverso verifiche documentali o ispettive.
 
Nel documento viene presentata, inoltre, un’analisi sull’entrata in funzione degli impianti ammessi in posizione utile nei registri, o beneficiari delle procedure d’asta.
 
In allegato è disponibile, gratuitamente, il testo completo del documento.
Articolo: FER non fotovoltaiche: pubblicato il bollettino aggiornato al 30 Giugno
Valutazione: 0 / 5 basato su 0 voti.