Focus risparmio energetico

Energia elettrica: la riduzione media della bolletta passa dal 20% al 30%

Agevolazioni più forti per i clienti economicamente più svantaggiati, che vedranno la riduzione della spesa in bolletta dell’energia elettrica di un ulteriore 10%

Per la fornitura di energia elettrica, a partire dal 1° Gennaio 2017, la riduzione della spesa a favore dei clienti economicamente svantaggiati passerà dal 20% al 30%.
 
A stabilirlo il MiSE con il decreto ministeriale 29 Dicembre 2016, che specifica che il valore della compensazione di spesa per la fornitura di energia elettrica a favore dei clienti economicamente svantaggiati, di cui all’articolo 2 del decreto interministeriale 28 Dicembre 2007, è stato appunto rideterminato dall’Autorità.
 
I clienti che volessero fare richiesta di accesso alla compensazione devono ricordarsi che quest’ultima è riferita a una sola fornitura di energia elettrica a uso domestico nella titolarità di uno dei componenti del nucleo familiare in possesso dei requisiti ISEE prestabiliti.
 
Dal 1° Gennaio 2017, inoltre, il valore ISEE è aggiornato e fissato a 8.107,5 €, e verrà aggiornato dall’Autorità ogni 3 anni e arrotondato al primo decimale sulla base del valore medio dell’indice nazionale dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati.
 
Una volta l’anno, poi, l’Autorità dovrà monitorare la misura specificata in questo decreto, per poi trasmettere gli esiti al MiSE e adottare, eventualmente, disposizioni modificative o integrative.
Articolo: Energia elettrica: la riduzione media della bolletta passa dal 20% al 30%
Valutazione: 0 / 5 basato su 0 voti.