Focus risparmio energetico

Bollettino trimestrale ENEA sul sistema energetico italiano: in Italia il gas costa il 60% in più che in Germania

Il bollettino dell’ENEA riguardante il terzo trimestre del 2017 illustra un aumento sia nei consumi che nel costo del Gas. Massimo storico raggiunto anche per la domanda da fonti intermittenti

ENEA ha recentemente pubblicato il suo bollettino trimestrale per il terzo trimestre del 2017, documento che analizza i consumi energetici italiani avvenuti tra Luglio e Settembre dello scorso anno.
 
L’agenzia ha osservato un complessivo aumento del consumo di energia con un +0,5% di consumi finali e primari, crescita che si spiega coerentemente con le variabili che generalmente danno impulso alla crescita della domanda energetica, in particolare alla crescita del PIL e della produzione industriale.
 
La crescita cumulata nei primi nove mesi dell’anno passato quindi si attesta al +0,9%.
 
 

Bollettino trimestrale ENEA: fonti primarie

 
Nei sette bollettini trimestrali precedenti elaborati dall’ENEA era stato riscontrato un trend negativo per ciò che concerne l’utilizzo di fonti primarie, trend che si mantiene anche nel terzo trimestre con l’uso di combustibili solidi in calo del 6% rispetto allo stesso periodo del 2016. Anche il consumo di petrolio è in calo per il sesto trimestre consecutivo (-3%).
 
 

Fonti rinnovabili

 
L’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili è invece in aumento (+4%) grazie ad una crescita del fotovoltaico e dell’eolico, un cambio di direzione rispetto al trend negativo che si osservava dal 2015 ed era causato da un calo nella produzione idroelettrica.

La domanda per il settore elettrico risulta in aumento per il secondo semestre consecutivo con un complessivo nei primi nove mesi del 2017 dell’1,7%. Nel mix di generazione si confermano i trend evidenziati dai report già nella prima metà dell’anno solare con un’inversione di tendenza con un aumento del 20% del fotovoltaico e del 9% dell’eolico, viene confermato invece un ulteriore calo di produzione dall’idroelettrico.
 
Durante i primi nove mesi del 2017 l’Italia ha inoltre raggiunto un positivo record con una domanda del 13,9% di energia da fonti intermittenti, anche il massimo su base oraria è rimasto appena al di sotto dei massimi storici.
 
 

In aumento i dati sul gas

 
Per la nostra penisola spiccano i dati relativi all’aumento dei consumi di gas (+3,2 Mtep), scendono invece le importazioni di: elettricità, petrolio, carbone e fonti rinnovabili.
 
Il costo del gas, analizzato nel report dell’ENEA, desta numerose preoccupazioni in quanto il prezzo all’ingrosso per l’Italia è decisamente maggiore rispetto a quello delle altre nazioni europee. Il differenziale di costo di questa fonte energetica tra Italia e Germania era del 30% nel primo trimestre del 2017 ed è schizzato al 60% nel terzo trimestre.
 
L’aumento della domanda di gas salta all’occhio grazie ad una percentuale cumulata (da Gennaio a Settembre) del +14% dal termoelettrico e di +8% dall’industria. Questo accrescimento dei costi ha conseguentemente comportato un aumento delle importazioni del 9% rispetto ai primi 3 trimestri del 2016, con un irrobustimento del gas russo dell’11% e una crescita del 32% del GNL, il gas nazionale liquefatto.
 
 

Il costo dell’energia

 
Anche gli indici relativi ai prezzi dell’energia elettrica sembrano essere aumentati per tutte e tre le fasce di consumo energetico aziendale considerate dal bollettino dell’ENEA (imprese piccole, medio-piccole e dal consumo medio-alto). Il prezzo dell’energia consumata da una piccola impresa nel secondo semestre del 2017 appare infatti essere aumentato del 5% rispetto al primo semestre a causa dell’aumento dei prezzi all’ingrosso. Per le imprese di fascia intermedia gli aumenti sono similari, mentre subiscono un rincaro più importante le imprese dai consumi medio-alti con un +8% rispetto al primo semestre 2017.
DOCUMENTAZIONE DISPONIBILE
Articolo: Bollettino trimestrale ENEA sul sistema energetico italiano: in Italia il gas costa il 60% in più che in Germania
Valutazione: 0 / 5 basato su 0 voti.