Focus progetti

Progetto REEF 2W: l’ENEA per la produzione di energia da rifiuti e reflui

L’ENEA parteciperà assieme ad 11 partner europei a REEF 2W, un progetto europeo il cui scopo è la gestione della necessità energetica degli impianti di depurazione con energia derivante dagli stessi rifiuti e reflui

ENEA, l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, è nuovamente impegnata in un progetto europeo che ha lo scopo di sviluppare soluzioni innovative per la produzione di energia green da rifiuti e reflui, il progetto REEF 2W.
 
 

Progetto REEF 2W: l’obiettivo

 
L’obiettivo del progetto sarò quello di “individuare soluzioni innovative per soddisfare con fonti rinnovabili e una gestione integrata le necessità energetiche degli impianti di depurazione e di smaltimento dei rifiuti urbani”.
 
Il progetto REEF 2W tuttavia non si fermerà a studi superficiali: i partner stanno svolgendo valutazioni tecnico-economiche delle papabili soluzioni per utilizzate la frazione organica dei rifiuti urbani ed i fanghi di depurazione per la produzione di energia nelle piattaforme di trattamento. Lo scopo sarà inoltre quello di valutare le eventuali ricadute in termini di minori impatti ambientali ed i possibili benefici per le comunità che abitano i territori di applicazione del progetto.
 
In sostanza, i partner coinvolti cercheranno di sviluppare dei modelli che permettano di massimizzare gli output di energia rinnovabile che si riescono ad ottenere dalla fermentazione biologica delle biomasse di scarto. L’energia prodotta in questo modo verrà poi utilizzata per l’alimentazione del sito produttivo, mentre gli eventuali surplus saranno utilizzati per l’alimentazione della rete locale di distribuzione o della mobilità pubblica. L’obiettivo finale è quello di raggiungere la neutralità energetica ed ambientale dei servizi di raccolta e del trattamento di rifiuti e reflui.
 
 

Ulteriori novità: la condivisione dei risultati


Ulteriori aspetti di innovazione introdotti da questo progetto saranno le modalità di partecipazione e di comunicazione previste per la condivisione delle buone pratiche e dei risultati raggiunti, oltre che delle eventuali criticità incontrate.
 
Saranno sviluppati a questo scopo degli strumenti di valutazione integrata che permettano di individuare le tecnologie più opportune e i progetti più idonei da adottare per ogni realtà territoriale considerata. Come di consueto i risultati raggiunti verranno infine condivisi e trasmessi a i leader e decisori politici dei territori, anche grazie a corsi di formazione, in modo da permettere l’eventuale replicazione dei risultati raggiunti.
 
 

I partner

 
REEF 2W è un progetto interreg al quale parteciperanno, oltre all’ENEA, che fungerà da Lead Partner, anche undici partner tra centri di ricerca e imprese, tra cui: Veolia Water, Kompetenzzentrum Wasser Berlin partecipato dall’utility dell’acqua Berliner Wasserbetriebe/Berlinwasser Holding, dalla Technologiestiftung Berlin, e da enti croati, austriaci e cechi.
 
 

Commenti dell’ENEA

 
Roberto Farina, esperto del Laboratorio Biomasse e Biotecnologie dell’Enea, in merito a questo importante progetto ha commentato: “La sfida principale è quella di poter rendere la gestione di reflui e rifiuti organici una risorsa e non un problema. L’obiettivo è di sviluppare soluzioni per aumentare l'efficienza energetica e la produzione di energia rinnovabile nelle piattaforme di smaltimento e di arrivare alla ‘neutralità energetica’ attraverso l’integrazione ottimale fra la catena dei rifiuti solidi urbani con gli impianti di depurazione”.
 
Per maggiori informazioni sul progetto interreg REEF 2W si invita a visitare il sito web dell’ENEA.
Articolo: Progetto REEF 2W: l’ENEA per la produzione di energia da rifiuti e reflui
Valutazione: 0 / 5 basato su 0 voti.