Seguici su:

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Google+
  • YouTube

E' il tuo primo accesso su ExpoClima? Registrati subito

recupera password

Cerca

Elenco Focus > Categoria: normative

UNI TS 11300 – la normativa tecnica di riferimento sul risparmio e la certificazione energetica degli edifici.



  • Stampa

13 Ottobre 2011

La norma UNI TS 11300 nasce con l’obiettivo di definire un’unica metodologia di calcolo per la determinazione delle prestazioni energetiche degli edifici ed è suddivisa in quattro parti:

• determinazione del fabbisogno di energia termica dell’edificio per la climatizzazione estiva ed invernale;
• determinazione del fabbisogno di energia primaria e dei rendimenti per la climatizzazione invernale e per la produzione di acqua calda sanitaria;
• determinazione del fabbisogno di energia primaria e dei rendimenti per la climatizzazione estiva;
• utilizzo di energie rinnovabili e di altri metodi di generazione per il riscaldamento di ambienti e la preparazione di acqua calda sanitaria (in fase di elaborazione).

I primi tre punti sono tutti in fase di revisione e il Comitato Termotecnico Italiano (CTI) per esplicitare quali saranno le novità della normativa ha organizzato il Convegno “Certificazione Energetica degli edifici: evoluzione delle UNI TS 11300 e dei software dedicati” tenutosi durante l’ultimo Made Expo.

La revisione della PARTE 1 e 2 prevede l’introduzione della definizione condivisa dei servizi energetici e la trattazione più realistica della ventilazione o dei tassi di occupazione degli edifici allo scopo di avere una classificazione migliore degli edifici. Il progetto di revisione della PARTE 3 è entrato invece in fase di inchiesta preliminare prevedendo un adeguamento del documento normativo andando a rivedere alcuni aspetti della metodologia di calcolo.

Altro argomento trattato nel corso del convegno è stato quello degli strumenti informatici utilizzati per la certificazione in quanto l’Italia, a differenza di altri Paesi che hanno optato per un unico software, si è deciso di utilizzare più programmi purché fossero certificati.

Il processo di certificazione è stato affidato al CTI e Roberto Nidasio dell’Ufficio Centrale CTI ha spiegato quali sono i criteri utilizzati per concedere la certificazione come ad esempio casi studio o edifici campione arrivando a certificare fino ad oggi 24 software, unicamente dedicati per le prime due parti della 11300.

© Riproduzione riservata

Ritorna all'elenco focus »

Inserisci un commento a questo articolo

  • Condizionamento
  • Refrigerazione
  • Riscaldamento
  • Rinnovabili

Padiglioni:

In questo focus
Tag:
Media:

Richiedi info su questo focus