Focus normative

Termoregolazione e contabilizzazione del calore: le FAQ del MiSE

Termoregolazione e contabilizzazione calore: 17 domande e risposte su consumi, ripartizione spese, esenzione dall’obbligo, inapplicabilità della UNI10200 e molto altro

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha pubblicato un documento di chiarimento con i principali dubbi riscontrati in materia di termoregolazione e contabilizzazione del calore.
 
Il documento, redatto con il supporto tecnico di ENEA e Comitato Termotecnico Italiano (CTI), è stato pubblicato per agevolare l’applicazione del decreto legge 244/2016, che obbliga tutti i condomini con impianti centralizzati di dotarsi di dispositivi per la ripartizione delle spese entro il 30 Giugno 2017.
 
Le FAQ riportate dal MiSE presentano i principali dubbi esposti dai tecnici del settore e dei cittadini, con relativo chiarimento. I contenuti presentati sono stati valutati e approvati dalle principali associazioni di settore.
 

Termoregolazione e contabilizzazione: quali sono le principali domande riportate dal MiSE?

 
Nel documento vengono riportate 17 domande con relative risposte su termoregolazione e contabilizzazione del calore.
 
Si parla, ad esempio, di quorum minimo assembleare per deliberare un criterio di ripartizione degli importi; di necessità di ripartire le spese energetiche di un edificio con unica proprietà tra più locatari; esenzione dall’obbligo di installazione di dispositivi per la termoregolazione e contabilizzazione del calore; eventuali obblighi per gli impianti centralizzati di produzione di acqua calda sanitaria; casi di inapplicabilità della UNI 10200:2015 e molti altri temi.
 
Scarica il documento allegato per scoprire tutti i quesiti del MiSE su termoregolazione e contabilizzazione del calore.
DOCUMENTAZIONE DISPONIBILE
Articolo: Termoregolazione e contabilizzazione del calore: le FAQ del MiSE
Valutazione: 0 / 5 basato su 0 voti.