Focus normative

Termografia e rilevazione di irregolarità termiche: in revisione la ISO 6781

La norma verrà revisionata in un pacchetto costituito da 6 parti di cui, per le prime 3, esiste già una bozza di documento disponibile

La norma ISO 6781 riguardante la termografia, i metodi di prova e la rilevazione delle irregolarità termiche negli edifici, si trova al momento in fase di revisione.
 
Intitolata “Prestazioni di edifici – Rilevazione delle irregolarità di calore, aria e umidità negli edifici con metodi all’infrarosso”, la norma revisionata prevede un pacchetto costituito da 6 parti:
 
  1. Procedure generali;
  2. Requisiti delle attrezzature;
  3. Requisiti degli operatori;
  4. Analisi dei dati e report;
  5. Esecuzione delle ispezioni con metodo termografico e comunicazione dei risultati negli edifici di tipo residenziale;
  6. Esecuzione delle ispezioni con metodo termografico e comunicazione dei risultati negli edifici di tipo istituzionale. 
 
Il Committee Draft ISO 6781-1, riguardante i “Requisiti generali”, riguarda le procedure generali per gli edifici residenziali, commerciali e istituzionali e altre tipologie di edifici con destinazione d’uso diversa.
 
Il documento propone una variazione dei requisiti per svolgere il servizio in relazione al tipo di edificio esaminato e alle metodologie impiegate per l’analisi. Sono tre le classi individuate dalla commissione. Al tecnico che effettua ispezioni in edifici residenziali e piccoli edifici, viene richiesto un livello 1; all’analista e al redattore dei report che si occupano dei requisiti di qualificazione in relazione agli edifici commerciali viene richiesto, invece, un livello 2 o superiore; per quanto riguarda, infine, l’ispezione di coperture, la norma prevede un livello 1.
 
Il Committee Draft ISO/CD 6781-2Requisiti delle attrezzature”, invece, riporta indicazioni rivolte ai tecnici che svolgono servizi termografici negli edifici. In questa parte vengono dettagliati vari tipi di apparecchiature da utilizzare e condizioni da rispettare per ottenere risultati affidabili e validi per le applicazioni considerate.
 
La terza parte della UNI EN ISO 6781-3Qualificazione degli operatori delle attrezzature, degli analisti dei dati e dei redattori dei rapporti” è stata pubblicata a Gennaio 2016 e specifica i requisiti e le competenze richieste al personale che si occupa delle indagini termografiche sugli edifici, dell’interpretazione dei dati e della presentazione dei risultati.
 
Non esistono ancora delle bozze di documenti disponibili per le altre parti del progetto di norma.
 
Articolo: Termografia e rilevazione di irregolarità termiche: in revisione la ISO 6781
Valutazione: 0 / 5 basato su 0 voti.