Focus normative

Impianti eolici e fotovoltaici, la Legge Regionale siciliana impugnata dal CdM

La legge siciliana dell’8 maggio 2018 è stata impugnata dal Consiglio dei Ministri perché eccede le competenze regionali: riguarda anche impianti eolici, fotovoltaici e la fornitura di gas

Il Consiglio dei Ministri ha scelto di impugnare la legge Regionale della Sicilia n. 8 dell’08/05/2018 contenente le disposizioni programmatiche e correttive per l’anno 2018 e, inoltre, delle norme che riguardano le autorizzazioni per gli impianti eolici e fotovoltaici.
 
Secondo il CdM la normativa siciliana eccede nel complesso le competenze statutarie e viola i principi costituzionali, pertanto si è deciso per l’impugnazione della L.R. n. 8 dell’8 maggio 2018 di fronte alla Corte Costituzionale.
 
In relazione alle tematiche legate all’energia e al gas il Consiglio dei Ministri ha ritenuto fosse necessario impugnare le norme che indicano le modalità di autorizzazione degli impianti eolici e fotovoltaici e quelle che indicano i criteri di partecipazione e le modalità di svolgimento delle gare d’appalto per l’affidamento della gestione del servizio di distribuzione del gas naturale. Queste disposizioni infatti, assieme a quelle riguardanti le concessioni per i beni demaniali marittimi, contrastano con i principi di libertà di iniziativa economica prevista dall’art 41 della Costituzione, e di tutela della concorrenza, come dall’art. 117 comma e della Costituzione.
 
Poco tempo fa si era largamente discusso della scelta della Regione Sicilia di mettere in attesa l’approvazione di nuovi impianti eolici, per poi riprenderla non prima della creazione e approvazione di uno strumento di pianificazione degli interventi che si occupasse di tutelare il paesaggio. Un atto coraggioso da parte del Presidente Musumeci, tuttavia un atto che la Regione non aveva il potere di emettere.
 
Il CdM ha inoltre impugnato le norme in materia di edilizia e previdenza che da approfondite analisi sembrano essere prive della copertura finanziaria necessaria e violano così il terzo comma dell’Art. 81 della costituzione, norme in materia di assunzioni e collocamento in quiescenza del personale regionale che “invadono la competenza legislativa esclusiva statale in materia di ordinamento civile e in materia di previdenza sociale” e norme riguardanti la spesa sanitaria che ledono i livelli essenziali delle prestazioni individuati dal legislatore statale come principi fondamentali in materia di “tutela della salute” e “coordinamento della finanza pubblica”.
 
Qui di seguito è possibile scaricare la Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana n. 21 contenente la L.R. n. 8 dell’8 maggio 2018 che prevedeva, tra l’altro, all’art 17 una disposizione per la sospensione delle autorizzazioni per la realizzazione di nuovi impianti eolici e fotovoltaici.
DOCUMENTAZIONE DISPONIBILE

Categoria: Focus tecnici
Lingue: IT

Articolo: Impianti eolici e fotovoltaici, la Legge Regionale siciliana impugnata dal CdM
Valutazione: 0 / 5 basato su 0 voti.