Seguici su:

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Google+
  • YouTube

E' il tuo primo accesso su ExpoClima? Registrati subito

recupera password

Cerca

Elenco Focus > Categoria: normative

Il Veneto stabilisce la disciplina per la dismissione degli impianti da rinnovabili



  • Stampa

15 Marzo 2012

15/03/2012 – La regione Veneto ha definito la disciplina delle garanzie per la rimessa in opera dei siti interessati da impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili prevedendo uno schema di cauzione tipo.

La disciplina, contenuta nell’allegato A alla delibera della Giunta regionale n. 253 del 22 febbraio 2012, si applica a tutti gli impianti per i quali la Regione ha competenza autorizzata:
- fotovoltaici a terra di potenza maggiore o uguale a 20 kW;
- eolici di potenza maggiore o uguale a 60 kW;
- idroelettrici di potenza maggiore o uguale a 100 kW;
- alimentati a biomassa di potenza maggiore o uguale a 200 kW;
- impianti di biogas da produzioni agricole, forestali e zootecniche, da gas di     discarica e di processi di depurazione di potenza maggiore o uguale a 250 kW;
- fotovoltaici integrati e non integrati con potenza di picco fino ad 1 MW, ex art.       10 L.R. 13/2011.

Il soggetto interessato deve presentare all´ente autorizzante prima dell’inizio dei lavori di realizzazione dell’impianto la garanzia tramite fideiussione bancaria o polizza assicurativa di importo pari ai costi quantificati nel “Piano di ripristino”. La garanzia deve sussistere senza soluzione di continuità per tutta la durata di esercizio dell’impianto e fino all’avvenuto ripristino dei luoghi. Deve inoltre comunicare la data di cessazione dell’impianto almeno 60 giorni prima della stessa indicando anche le modalità e le tempistiche previste per lo smaltimento dell’impianto nella sua totalità.

Il piano deve essere approvato entro 30 giorni dalla presentazione, decorsi i quali e in assenza di richieste d’integrazione da parte dell’Ente si intende approvato.
Le attività di smaltimento devono essere concluse entro 12 mesi dall’approvazione del piano e, alla conclusione, il soggetto interessato deve presentare domanda di svincolo della garanzia.

© Riproduzione riservata

Ritorna all'elenco focus »

Inserisci un commento a questo articolo

  • Condizionamento
  • Riscaldamento
  • Rinnovabili

Padiglioni:

In questo focus
Tag:
Media:

Richiedi info su questo focus