Focus Mercati

Refrigeranti a basso GWP, nel 2023 il mercato di questi prodotti varrà 28,7 miliardi di dollari

Una ricerca di mercato prevede che il settore dei refrigeranti a basso GWP nel giro di 5 anni crescerà quasi fino a raddoppiare

Nel catalogo di un noto portale di ricerca e marketing è stato aggiunto un nuovo interessante studio sulla futura evoluzione del mercato dei refrigeranti a basso GWP: la ricerca preannuncia uno straordinario tasso di crescita annuo composto dell’11,7% nei cinque anni compresi nel periodo 2018-2023.
 
In quest’arco temporale di soli 5 anni la ricerca prevede che il mercato dei gas refrigeranti a basso GWP passerà dall’attuale valore di 16,5 miliardi di dollari del 2018 a 28,7 miliardi nel 2023.
 
Si tratta di una crescita consistente che può essere attribuita al basso impatto ambientale dei gas refrigeranti, al phasing out dei gas refrigeranti CFC, HCFC e HFC, e all’incremento della domanda globale dei refrigeranti  e dei condizionatori. Gli elevati costi di investimento iniziale e i problemi legati all’infiammabilità e alla tossicità dei gas refrigeranti a basso GWP potrebbero però essere gli elementi limitanti la crescita di questo particolare mercato.
 
A causa dell’adozione di numerose normative nazionali ed internazionali in merito all’utilizzo dei refrigeranti HCFC e HFC si è evidenziata un’impennata dell’uso dei gas refrigeranti a basso impatto ambientale: tra gli altri ammoniaca, idrocarburi, anidride carbonica e idrofluoro olefine (HFO) hanno un potenziale di riduzione dello strato di ozono pari a zero e un potenziale di riscaldamento globale molto basso, non da meno hanno alta efficienza e costi ridotti.
 
I refrigeranti a basso potenziale inquinante sono prodotti chimici che hanno effetti associabili ai processi bio-chimici a basso potenziale di riscaldamento globale che avvengono quotidianamente. Sono sostanze che, non rappresentando un pericolo per lo strato di ozono ed essendo meno soggette a fughe dagli impianti in cui sono inseriti, si sono posizionate come alternative valide agli altamente nocivi e inquinanti refrigeranti al fluorocarbonio come gli HFC e gli HCFC.

Per alcuni anni la domanda per questa tipologia di prodotti è stata limitata e ciò ha comportato una restrizione per il mercato. L’adozione di regolamenti e normative con finalità ambientale come il Protocollo di Montreal, i Regolamenti dell’Unione Europea sugli F-Gas, la nuova politica SNAP degli Stati Uniti, la nuova posizione di India e Cina nei confronti dei refrigeranti a basso GWP, tra gli altri fattori, hanno dato un’importante spinta allo sviluppo del mercato. La maggior parte delle società che fanno parte di questo settore si sono concentrate nell’espandere i propri network di distribuzione in mercati nuovi ed emergenti, così da poter accrescere i propri margini di vendita.
 
Come anticipato in precedenza, i fattori ostacolanti la crescita di questo marcato sono gli alti costi iniziali dei sistemi a base di refrigeranti a basso potenziale inquinante, il basso volume della domanda e i problemi di infiammabilità e tossicità collegati a questi prodotti. L’obbligo di limitazione delle emissioni imposto dalle norme vigenti può tuttavia fungere da importante volano per la crescita di questo nuovo mercato.
 
I composti inorganici ad oggi occupano la più ampia porzione del mercato poiché vengono utilizzati nelle applicazioni industriali. Il mercato degli idrocarburi è però sulla strada di assistere all’intensa crescita prevista per il periodo tra il 2018 e 2023, la quale sarà provocata dall’aumento della domanda per la refrigerazione industriale e per le applicazioni di refrigerazione commerciale.
 
L’applicazione dei refrigeranti a basso GWP in ambito industriale si stima sia arrivata ad avere una porzione di volumi pari al 43,1%, nel 2018. Le proiezioni affermano invece che la refrigerazione commerciale sarà la tipologia applicativa che nel periodo 2018-2023 crescerà più in fretta, spinta dall’aumento degli investimenti globali per lo sviluppo dell’infrastruttura della catena del freddo.
 
Lo studio in questione (acquistabile dal sito researchandmarkets.com) analizza approfonditamente il ruolo dei gas refrigeranti a basso GWP nel mercato attuale, le caratteristiche delle maggiori aziende produttrici, analisi di mercato per tipologia e regionale, i futuri trend per il settore e le maggiori aziende del comparto.
 
Articolo: Refrigeranti a basso GWP, nel 2023 il mercato di questi prodotti varrà 28,7 miliardi di dollari
Valutazione: 0 / 5 basato su 0 voti.