Focus Mercati

Conoscere le alternative green per la refrigerazione: IEA e Greenpeace rilanciano il sito Cool Technologies

Sul portale Cool Technologies sono presenti esempi virtuosi e informazioni sui prodotti in commercio alternativi ai sistemi che utilizzano HFC e HCFC

Il bisogno di climatizzazione e refrigerazione, in un mondo sempre più caldo, è un vero problema, soprattutto perché sono la causa e la conseguenza l’uno dell’altra, dal momento che i gas refrigeranti utilizzati per produrre raffrescamento sono una delle principali cause delle emissioni di CO2, causa a loro volta del sempre più visibile cambiamento climatico.
 
In un mondo in cui non si può però prescindere dalla climatizzazione e dalla refrigerazione, fondamentali per la conservazione degli alimenti, di beni di prima necessità e, in alcuni casi, anche per la salute dell’uomo, è necessario cambiare approccio. Per questo motivo la IEA, Agenzia internazionale per l’ambiente, e Greenpeace, hanno collaborato al rilancio del sito web Cool Technologies, il quale contiene un ampio database, nel quale sono contenute e presentate le tecnologie sostenibili adottabili in sostituzione dei dannosi idrofluorocarburi (HFC) e idroclorofluorocarburi (HCFC).
 
Sul sito Cool Technologies, al momento disponibile solo in lingua inglese, sono descritti i sistemi già commercializzati per la climatizzazione che utilizzano gas refrigeranti naturali , come idrocarburi, anidride carbonica, ammoniaca, acqua o aria, così come altre tecnologie più innovative, che non utilizzano prodotti chimici come refrigeranti.

Una sezione speciale del sito è poi dedicata alla presentazione di casi studio sull’applicazione, da parte di varie realità aziendali, di queste nuove tecnologie sostenibili e di come esse stanno già facendo ottenere benefici visibili in termini di efficienza energetica.

“Refrigerare in modo sostenibile significa evitare tecnologie obsolete e inefficienti, che sono dannose per l’ambiente. Imparare a conoscere le tecnologie per la climatizzazione e la refrigerazione (ndr. Cool Technologies) che sono disponibili e che sono già positivamente utilizzate da parte di altre aziende e industrie può aiutare a scegliere la migliore alternativa per il futuro ha commentato Fionnuala Walravens, Attivista Senior nella lotta al cambiamento climatico.
 
Il sito Cool Technologies si rivolge prioritariamente alle aziende localizzate nei paesi in via di sviluppo, ma intende diffondere in modo più generalizzato le conoscenze sulle alternative ai gas HFC, così da aumentare la fiducia del settore  in queste soluzioni sostenibili.
 
Articolo: Conoscere le alternative green per la refrigerazione: IEA e Greenpeace rilanciano il sito Cool Technologies
Valutazione: 0 / 5 basato su 0 voti.
Richiedi informazioni su questo focus

Conoscere le alternative green per la refrigerazione: IEA e Greenpeace rilanciano il sito Cool Technologies

Accetta le regole di utilizzo di ExpoClima e politica di protezione dei dati e privacy di ExpoClima.