Focus incentivi

FER non fotovoltaiche, raggiunti i 4,775 miliardi a luglio

Il contatore GSE delle FER non fotovoltaiche ha segnato ila soglia dei 4,775 miliardi

Il contatore delle FER non fotovoltaiche del GSE lo scorso 31 luglio ha segnato un costo indicativo medio di 4,775 miliardi di euro per gli incentivi.
 
Rimane quindi a disposizione circa un miliardo di euro da destinare a incentivi alle fonti rinnovabili non fotovoltaiche rispetto al tetto annuo ammissibile che ammonta a 5,8 miliardi. Rispetto al mese di giugno, a causa dei sostanziali segnali di rialzo del prezzo dell’energia sui mercati forward, nel mese di luglio si è registrata una diminuzione delle richieste di incentivo per le FER elettriche, con -159 milioni richiesti.
 
Il GSE, nell’annunciare i dati registrati dal contatore, ricorda che nel conteggio del contatore rientrano gli oneri per l’incentivazione di:
  • Gli impianti CIP 6 nella loro quota rinnovabile;
  • L’incentivo sostitutivo dei Certificati Verdi e delle Tariffe Onnicomprensive;
  • Gli impianti rientranti nel Conto Energia per il solare termodinamico;
  • Gli impianti in esercizio rientranti nelle FER non fotovoltaiche secondo il DM 6/7/2012 e il DM 23/6/2016.
 
Chiunque fosse interessato ad approfondire il tema del contatore delle FER non fotovoltaiche, consultare i documenti sulle modalità di calcolo e sullo scenario evolutivo è invitato a consultare il sito web del GSE all’apposita sezione.
Articolo: FER non fotovoltaiche, raggiunti i 4,775 miliardi a luglio
Valutazione: 0 / 5 basato su 0 voti.