Focus incentivi

Detrazioni 50% e 65%: come non perdere il bonus in caso di bonifico errato

L’Agenzia delle Entrate specifica nella Circolare 8/E che anche le coppie di fatto possono beneficiare delle detrazioni 50% e 65%, solo per interventi effettuati dopo l’1 Gennaio 2016

L'Agenzia delle Entrate nei giorni scorsi ha pubblicato la circolare 8/E contenente alcuni chiarimenti interpretativi legati ad aspetti fiscali sulle detrazioni 50% e 65% per ristrutturazioni edilizie e riqualificazione energetica. Ecco i passaggi principali.
 


Ristrutturazioni, pagamento con bonifico errato: come non perdere la detrazione


L’Agenzia ha chiarito che, nel caso si effettui un bonifico per il pagamento di interventi di ristrutturazione edilizia su edificio esistente, va applicata una ritenuta, come descritto nell’articolo 25 del DL 78/2010. La circolare dell’AdE 43/2016 ha specificato che il pagamento deve avvenire con bonifico “parlante”: nel caso in cui il bonifico sia stato compilato in maniera errata (e di conseguenza le Banche e le Poste non riescono ad operare la trattenuta prevista) la stessa circolare ha chiarito che la detrazione fiscale prevista non decade, a condizione che l’impresa beneficiaria del pagamento attesti con una dichiarazione sostitutiva di atto notorio che la somma accreditata in suo favore è stata inclusa nella contabilità per la concorrenza alla corretta determinazione del reddito d’impresa.
 


Conviventi di fatto: detrazioni ok per interventi dall’1 Gennaio 2016


La circolare ha risposto anche in merito ai conviventi more uxorio: dopo la Legge 76/2016, che ha regolamentato le coppie di fatto in Italia, ci si è posti il quesito se esse potessero beneficiare delle detrazioni 50% e 65% per interventi realizzati su un immobile di proprietà del convivente (per il quale l’altra parte non ha titoli di possesso qualificato). L’Agenzia ha ricordato che già nel Luglio scorso con la Circolare 64/E era stato chiarito questo aspetto, confermando che la detrazione 50% valeva anche per il convivente che effettuava i lavori ma che non era proprietario dell’immobile: in questo modo l’AdE si è adeguata alla Legge sulle coppie di fatto, entrata in vigore il 5 Giugno 2016. Secondo il principio dell’unitarietà del periodo d’imposta, il Fisco ha dichiarato che possono essere detratte le spese che sono state sostenute dal 1° Gennaio 2016 in poi.
 
Scarica la circolare completa 8/E dell’Agenzia delle Entrate riguardante le detrazioni 50% e 65%.
DOCUMENTAZIONE DISPONIBILE

Categoria: Doc. Tecnica
Lingue: IT

Articolo: Detrazioni 50% e 65%: come non perdere il bonus in caso di bonifico errato
Valutazione: 0 / 5 basato su 0 voti.