Focus incentivi

Conto Termico: 20 milioni di euro richiesti nel mese di settembre

Il GSE ha aggiornato il contatore del Conto Termico al 1 ottobre con cui annuncia l’assegnazione di incentivi per ben 404 milioni di €

Continua più o meno costante l’arrivo al GSE di richieste di incentivi rientranti nel meccanismo del Conto Termico: il contatore del Gestore dei Servizi Energetici è stato aggiornato al 1 ottobre 2018 e, rispetto al mese precedente, ha registrato l’arrivo di nuove richieste per un valore di circa 20 milioni di euro.
 
Secondo i dati del Contatore del Conto Termico (D.M. 28/12/12 e D.M. 16/02/2016) dall’avvio del meccanismo, al GSE sono pervenute all’incirca 137mila richieste di incentivo, per un totale di circa 404 milioni di euro. Ricordiamo che il Contro Termico finanzia interventi di interventi per l’efficienza energetica e azioni che comportino l’installazione di impianti termici alimentati con fonti rinnovabili presso edifici di privati o della Pubblica Amministrazione.
 
A fronte del limite di spesa su base annua, che per il 2018 è di 700 milioni di euro, attualmente sono stati richiesti solo 134 milioni per interventi realizzati da privati. La spesa annua per quanto riguarda invece gli interventi per la promozione di interventi da effettuati e da realizzare dalla PA ammonta, ad oggi, a 49 milioni di euro di incentivi, cioè ben al di sotto della soglia ammissibile di 200 milioni. La PA ha infine richiesto mediante prenotazione circa 30 milioni dei 49 totali, ancora una volta ben al di sotto del limite annuo fissato a 100 milioni.
 
Articolo: Conto Termico: 20 milioni di euro richiesti nel mese di settembre
Valutazione: 0 / 5 basato su 0 voti.