Focus incentivi

Cessione del credito Ecobonus: stabilito il codice tributo da inserire nell’F24

In fase di compilazione del modello F24 potrà essere inserito un codice speciale che riferisce direttamente alla compensazione dell’Ecobonus

DOCUMENTAZIONE DISPONIBILE

Categoria: Focus tecnici
Lingue: IT

La fruizione delle detrazioni disponibili per gli interventi di riqualificazione energetica su singole unità immobiliari (Ecobonus) è semplice, sulla carta, ma la moltitudine di fattispecie in cui ci si può venire a trovare determina leciti dubbi e incertezze.
 
A creare confusione c’è anche la possibilità di compensare il credito d’imposta relativo alle detrazioni spettanti, per questo, all’interno della risoluzione n. 74/E del 5 agosto 2019, l’Agenzia delle Entrate ha fornito le istruzioni per poter usufruire di questa possibilità.
 
Per esigenze di semplificazione si concede la possibilità di utilizzare il codice tributo 6890, denominato "Ecobonus - Utilizzo in compensazione del credito d’imposta ceduto ai sensi dell’articolo 14, commi 2-ter e 2-sexies, del Dl 4 giugno 2013, n. 63 e successive modificazioni", già reso disponibile lo scorso anno, dalla risoluzione n.58/E del 25 luglio 2018.
 
Quindi, spiega l’Ag. Entrate, in occasione della compilazione del modello F24, sarà possibile riportare il codice tributo 6890 nella sezione "Erario", direttamente in corrispondenza con le cifre indicate nella colonna denominata “importi a credito compensati” o nella colonna "importi a debito versati", allorquando il cessionario si trovi a dover riversare il credito compensato.

Un altro elemento da non trascurare in fase di compilazione del modello F24 “l’anno di riferimento”, da intendersi come l’anno in cui è possibile utilizzare in compensazione la quota annuale di credito ceduto nel formato esteso, composto da 4 cifre (es. AAAA).
A titolo esemplificativo l’Agenzia spiega che, per le spese sostenute nel 2018, in caso di utilizzo in compensazione della prima quota, nel modello F24 dovrà essere indicato l’anno di riferimento "2019"; per l’utilizzo in compensazione della seconda quota (di cui si può usufruire da gennaio 2020), dovrà invece essere indicato l’anno di riferimento "2020" e così via.
 
DOCUMENTAZIONE DISPONIBILE

Categoria: Focus tecnici
Lingue: IT

Articolo: Cessione del credito Ecobonus: stabilito il codice tributo da inserire nell’F24
Valutazione: 0 / 5 basato su 0 voti.
Richiedi informazioni su questo focus

Cessione del credito Ecobonus: stabilito il codice tributo da inserire nell’F24

Accetta le regole di utilizzo di ExpoClima e politica di protezione dei dati e privacy di ExpoClima.