Focus incentivi

Bonus ristrutturazioni edilizie: chiariti beneficiari, modalità di pagamento e interventi ammessi

Pubblicata sul sito dell’Agenzia delle Entrate la Guida sui bonus per ristrutturazioni edilizie stabiliti con la legge di bilancio per il 2018

Usufruire dei bonus per le ristrutturazioni edilizie è un diritto che può spettare a moltissimi cittadini che realizzeranno interventi  nel 2018, capire a chi e in che misura spettano questi incentivi può non essere facile per i meno avvezzi al linguaggio giuridico: per questo l’Agenzia delle Entrate ha realizzato e pubblicato la sua Guida alle Ristrutturazioni Edilizie: le Agevolazioni Fiscali.
 
La guida, scaricabile in formato Pdf, descrive in modo completo i contenuti e le novità introdotte con la Legge di Bilancio n. 205 27 dicembre 2017 e illustra in modo chiaro e completo: quali sono gli interventi agevolabili, chi può avvalersi delle detrazione e come chiedere gli incentivi, viene inoltre fatta chiarezza sulle modalità di pagamento dei lavori e sui documenti che è necessario conservare.

Bonus ristrutturazioni edilizie: detrazione Irpef al 50% 


Come incipit della sua guida per il 2018 l’Agenzia delle Entrate ha voluto ricordare che la quota di detrazione Irpef di cui si potrà usufruire fino al 31 dicembre 2018 rimane invariata (50% ) rispetto agli anni precedenti con un limite di spesa di 96.000€ per unità immobiliare e che, salvo ulteriori proroghe, dal 1 gennaio 2019 il bonus dovrebbe tornare ad essere del 36% per un massimale di spesa di 48.000 euro.
 
Da quest’anno le comunicazioni relative ai lavori effettuati dovranno essere trasmesse all’ENEA, così come accade per gli interventi per la riqualificazione energetica degli edifici; l’ente avrà il compito di monitorare e valutare il risparmio energetico ottenuto attraverso gli interventi di ristrutturazione.


Ecobonus e bonus ristrutturazioni: non cumulabili

 
Per quanto riguarda le agevolazioni per il recupero del patrimonio edilizio la guida dell’AdE ricorda che sono ammissibili i lavori effettuati su singole unità abitative o parti comuni di edifici condominiali nei limiti del 50% su una spesa massima di 96mila euro, tuttavia questa detrazione non è cumulabile con i bonus al 65% previsti per la riqualificazione energetica degli edifici. Nel caso in cui i lavori realizzati possano plausibilmente rientrare in entrambe le categorie di agevolazione quindi il contribuente potrà usufruire solo di uno dei due benefici.
 
La guida sulle ristrutturazioni edilizie illustra in modo ampio tutti gli interventi agevolabili: specificando le operazioni di manutenzione ordinaria che godono di bonus se realizzate su parti comuni di edifici e quelle di manutenzione straordinaria, di restauro o di risanamento conservativo operate su immobili residenziali, che invece possono essere detratte.


Modalità di pagamento

 
Nel testo della guida inoltre viene chiarito che il pagamento degli interventi agevolabili deve essere necessariamente effettuato attraverso un bonifico postale o bancario con causale specifica (con riferimento alla norma), codice fiscale del beneficiario della detrazione e codice fiscale o partita iva del beneficiario del pagamento; viene inoltre stilata una lista di documenti da conservare obbligatoriamente per poter usufruire delle agevolazioni.
 

Altre agevolazioni previste

 
Nel testo sono inoltre contenute indicazioni sulle agevolazioni previste per l’acquisto di box e posti auto pertinenenziali (pagina 21), per l’acquisto o l’assegnazione di immobili già ristrutturati (pagina 24) e per l’attivazione di mutui per le ristrutturazioni (pagina 27), i cosiddetti interessi passivi.
 
Per conoscere gli interventi agevolabili, le modalità di pagamento e di invio delle documentazioni e tutto ciò che serve per usufruire dei bonus per le ristrutturazioni edilizie per il 2018 si invita a consultare la guida dell’Agenzia delle Entrate scaricabile gratuitamente qui di seguito e a visitare la pagina youtube dell’Agenzia nella quale è stato caricato un utile video esplicativo.
DOCUMENTAZIONE DISPONIBILE
Articolo: Bonus ristrutturazioni edilizie: chiariti beneficiari, modalità di pagamento e interventi ammessi
Valutazione: 0 / 5 basato su 0 voti.