Focus formazione

Pulizia dei sistemi aeraulici: ecco come ottenere la certificazione ASCS

AIISA ricorda che solo le aziende con personale certificato ASCS possono dichiararsi conformi alle procedure NADCA

Solo le Aziende appartenenti ad AIISA possono dichiarare di operare in conformità alle procedure NADCA, in quanto dotate di personale appositamente formato con istruzione omogenea e continua: l’ASCS (Air System Cleaning Specialist).

Il Consiglio Direttivo di AIISA, l’Associazione Italiana Igienisti Sistemi Aeraulici, ha sottolineato in una nota diffusa tramite il proprio sito web la prassi corretta da seguire per diventare uno specialista della pulizia dei sistemi aeraulici (ASCS).
La dichiarazione dell’associazione vuole dunque fare chiarezza in merito alle procedure corrette di pulizia, “per evitare confusioni dovute ad una imprecisa, sintetica e frettolosa interpretazione delle competenze professionali coinvolte”.
Dall’aprile 2004 l’associazione promuove la diffusione della conoscenza delle prassi operative più diffuse a livello internazionale riguardanti la pulizia e la bonifica dei circuiti aeraulici, in linea con suoi obiettivi statutari, mentre dal 2006 AIISA rappresenta, per il tramite di un accordo esclusivo, la NADCA (National Air Duct Cleaners Association) avendone condiviso le procedure e le esperienze.

“L'aumento costante dei riconoscimenti dei propri contributi in termini di comunicazione professionale e trasparente - si legge nella nota - ha accresciuto la fiducia dei propri interlocutori nelle procedure promosse, sia come presenza in norme legislative a vario livello che in Capitolati di Gara attinenti alle attività specifiche”.


ASCS: la figura dello Specialista addetto alla pulizia dei Sistemi Aeraulici


Proprio nel mese di giugno 2013 tutti gli ASCS devono sostenere un esame integrativo per dimostrare il miglioramento delle competenze nel campo del monitoraggio delle muffe nei sistemi aeraulici.
L’ ASCS è il garante della professionalità aziendale nel campo specifico ed è l’unico che può confermare che sia il modo di operare dell’azienda in un progetto specifico che i risultati ottenuti sono conformi a quanto AIISA e NADCA prevedono.
L’ASCS è il professionista che garantisce la corretta applicazione della procedura nei confronti della committenza nonché unica persona intitolata a firmare la “Dichiarazione di ottemperanza”, a garanzia di aver eseguito la pulizia e la sanificazione in ottemperanza alla procedura NADCA.


Domande frequenti sulla certificazione ASCS


1. Cosa significa ottenere la certificazione ASCS?
La certificazione ASCS non solo sottolinea uno sviluppo professionale, ma è anche una credenziale internazionale che riconosce in un professionista la conoscenza e la competenza relative all’igiene dei sistemi HVAC.

2. 

E’ certificata l’Azienda o il singolo individuo?
Il programma di certificazione NADCA/AIISA certifica i singoli e non le Ditte/Società. Le persone certificate possono usare queste credenziali per promuovere la loro esperienza professionale. La certificazione non è trasferibile ad altri. 



3. Chi dovrebbe diventare un ASCS?
NADCA raccomanda che almeno un dipendente chiave o il responsabile dell’azienda sia un Air Systems Cleaning Specialist certificato. Questa persona deve essere un dipendente a tempo pieno dell’impresa e direttamente responsabile sia della conduzione dei progetti, che supervisore di tutti i progetti relativi alla bonifica degli impianti aeraulici.
Ovviamente non ci sono limiti al numero di ASCS nella stessa Azienda. 



4. Come si preparano gli esami per divenire ASCS certificato?
L’esame ASCS verifica la conoscenza e la competenza che un professionista delle bonifiche HVAC dovrebbe avere. Gli argomenti di esame includono argomenti come l’Indoor Air Quality, la sicurezza, l’impiantistica, l’esperienza di cantiere, e la conoscenza pratica di tutti gli aspetti applicativi.

5. Come si è sviluppato l’esame per la certificazione ASCS?

L’esame per la certificazione ASCS è stato sviluppato seguendo le procedure di esame più qualificate e collaudate sotto la supervisione accurata di esperti esterni. Le procedure per gli esami si basano su un’indagine accurata tra le professionalità e le esperienze proprie del settore, sulle aree di competenze specifiche, e su una conoscenza generale che le Aziende concordano nel 
ritenere basilare per una competenza professionale. 
Il Comitato di Certificazione NADCA AIISA ha utilizzato i dati raccolti per definire il contenuto delle domande d’esame. Le domande sono state elaborate dai membri del Comitato di Certificazione, che dirigono Aziende di esperienza pluriennale nel campo della bonifica dei sistemi aeraulici. Ogni singola domanda è stata analizzata e quelle selezionate sono state incluse nel programma di esame.

In allegato la Dichiarazione di Ottemperanza fornita da AIISA
.

Per rimanere sempre informato sulle ultime novità di Aiisa clicca qui.
Articolo: Pulizia dei sistemi aeraulici: ecco come ottenere la certificazione ASCS
Valutazione: 0 / 5 basato su 0 voti.