Focus eventi

L’evoluzione smart dell’abitare e i progetti ENEA approdano ad Ecomondo 2019

Allo stand ENEA della fiera riminese saranno presentati gli ottimi risultati dei progetti di circular economy, il robot che aiuta a risparmiare sulle bollette e gli strumenti che determinano l’evoluzione smart dell’abitare

Evoluzione smart dell’abitare e risparmio in bolletta grazie agli innovativi sistemi presentati a Ecomondo 2019 da ENEA.
Alla fiera internazionale sulla sostenibilità ambientale che si è aperta oggi, 5 novembre 2019, a Rimini, l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico, presenterà infatti un gran numero di interessantissimi progetti e prodotti, dal robot NAO che dà consigli su come risparmiare energia e far scendere le bollette fino al tessuto hi-tech realizzato con gli scarti delle fibre di carbonio.
 
Lo stand dell’Agenzia, situato al Padiglione D3 055, è costellato di prodotti e soluzioni all’avanguardia per la smart home, la smart city, l’economia circolare, il trasferimento tecnologico e il risparmio energetico.
NAO, il robot casalingo intelligente, sarà sicuramente protagonista delle quattro giornate di fiera. Si tratta di un oggetto all’avanguardia, dotato di due telecamere e di una serie di sensori che sanno monitorare gli ambienti interni così che poi l’intelligenza artificiale possa informare i proprietari in caso di malfunzionamenti agli impianti elettrico, idraulico e termico connessi con il sistema domotico.
 
Le ottime potenzialità dei sistemi di monitoraggio dei consumi e del funzionamento degli impianti sono state testate e provate da ENEA con un progetto che è stato svolto nel quartiere romano di Centocelle. Qui, nelle case di dieci famiglie, sono stati installati sensori collegati ad un’interfaccia nello smartphone, attraverso la quale è stato possibile tenere sotto controllo i consumi elettrici e termici e, naturalmente, gestire il corretto funzionamento degli impianti in modo smart.
 
Mauro Annunziato, responsabile della divisione Smart Energy dell’ENEA, in preparazione alla fiera Ecomondo, ha spiegato che “i modelli smart messi a punto da ENEA intervengono su tutti i livelli, dalla singola abitazione, agli edifici fino all’intero contesto urbano. Alla base della smart city c’è un sistema di sensori e interfacce che permettono l’interconnessione di reti di illuminazione pubblica, trasporti ed edifici. Questi nuovi servizi consentono di migliorare la qualità della  vita e di rendere la città più sostenibile inclusiva e sicura”.
 
Sempre allo stand della fiera riminese sono condivisi i contenuti cardine del progetto di risparmio energetico realizzato su scala urbana presso il Comune di Livorno, dove saranno installati i lampioni “intelligenti”. Sistemi che non si occupano solo di illuminare il suolo pubblico, ma monitorano anche il traffico cittadino e la qualità dell’aria, risparmiando il 70% dell’energia elettrica e eliminando oltre 1.400 tonnellate l’anno di emissioni di CO2, diffondendo nel frattempo la rete wi-fi pubblica.
 
Rimane centrale il tema della circular economy, sviluppata da ENEA con molti progetti, tra cui quello presentato ad Ecomondo, realizzato e brevettato dall’Agenzia e dall’Università degli Studi di Bergamo, che ha portato alla realizzazione di un filato per tessuti hi-tech realizzato a partire dagli scarti della lavorazione della fibra di carbonio. Un materiale con un costo dimezzato rispetto a quello in fibra di carbonio vergine, che mantiene ottime possibilità di integrazione dei circuiti elettronici, così da sfruttarne al massimo le capacità di riscaldamento, di comunicazione e di connessione elettrica.

Visitando lo stand ENEA sarà infine possibile apprezzare anche altri ottimi risultati ottenuti nella riqualificazione dei rifiuti in ottica di economia circolare: dalle bottiglie e le vaschette di plastica green, al 100% biodegradabili, ottenute dagli scarti di lavorazione di burro e formaggi; ai prodotti per lo stoccaggio di energia termica negli impianti solari termodinamici, realizzati dagli scarti dell’industria siderurgica, utilizzando la metodologia studiata dal progetto Ue REslag.
 
In visita ad Ecomondo un passaggio allo stand ENEA è quindi doveroso, per poter apprezzare i nuovi sistemi che ci permettono di scoprire l’evoluzione smart dell’abitare moderno, apprezzare le ultime novità per il risparmio energetico ed economico e ricevere consulenze dai KEO, Knowledge Exchange Officer, che saranno a disposizione per offrire indicazioni specializzate e a misura di impresa.
Articolo: L’evoluzione smart dell’abitare e i progetti ENEA approdano ad Ecomondo 2019
Valutazione: 0 / 5 basato su 0 voti.
Richiedi informazioni su questo focus

L’evoluzione smart dell’abitare e i progetti ENEA approdano ad Ecomondo 2019

Accetta le regole di utilizzo di ExpoClima e politica di protezione dei dati e privacy di ExpoClima.