Focus Concorsi

Efficienza energetica edifici pubblici: bando da 158milioni di euro dalla Regione Puglia

Bando da 158milioni destinato all’efficienza energetica degli edifici pubblici locali, ASL e aziende ospedaliere, per efficientare gli edifici esistenti

È stato aperto il bando emanato dalla Regione Puglia per l’erogazione di contributi per progetti di efficientamento energetico di edifici e strutture pubbliche. L’invio telematico delle richieste di ammissione al Bando si è aperto lo scorso 14 Aprile e si chiuderà il 13 Luglio 2017.

Il Bando attua le iniziative dell’Asse prioritario IV “Energia sostenibile e qualità della vita” del Programma Operativo FESR 2014-2020 e ai fini del conseguimento dell’Obiettivo specifico RA 4.1 “Riduzione dei consumi energetici negli edifici e nelle strutture pubbliche, residenziali e non, nonché alla integrazione delle fonti rinnovabili”.
 
I destinatari del Bando sono le amministrazioni pubbliche, le amministrazioni statali, le aziende ospedaliere e le aziende sanitarie locali. A disposizione vi sono oltre 150 milioni di euro e l’importo massimo degli interventi finanziabili non deve superare i 5 milioni di euro, con un limite di 10 milioni di euro per le amministrazioni locali e 30 milioni per le aziende ospedaliere.
 
Sono esclusi dal bando i progetti che prevedono efficientamenti energetici di edifici che risultino, dopo l’intervento, sotto la classe energetica C.
 
La Regione finanzierà interventi che prevedono la ristrutturazione degli edifici sia nell’involucro esterno che a livello impiantistico; l’introduzione di sistemi intelligenti di telecontrollo, regolazione, gestione, monitoraggio e ottimizzazione dei consumi energetici nonché l’installazione di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili destinata all’autoconsumo.

Tutti gli interventi devono essere realizzati su edifici esistenti, non verranno presi in considerazione progetti di intervento su edifici di nuova costruzione.

L’installazione di impianti di building automation per gli impianti termici ed elettrici degli edifici (compresa l’installazione di sistemi di termoregolazione e contabilizzazione del calore) è  ammessa solo se la classe del   sistema installato è afferente almeno alla classe C della norma EN 15232.

L’attestato di prestazione energetica redatto dopo gli interventi deve necessariamente riportare la classificazione di “edificio a energia quasi zero”.

Gli interventi che includono produzione di energia rinnovabile sono ammessi solo se l’energia prodotta è completamente destinata all’autoconsumo dell’edificio.
 
Consulta il Bando per l’efficienza energetica degli edifici pubblici in allegato per ulteriori informazioni.
DOCUMENTAZIONE DISPONIBILE
Articolo: Efficienza energetica edifici pubblici: bando da 158milioni di euro dalla Regione Puglia
Valutazione: 0 / 5 basato su 0 voti.