Focus Aziende

ECOFRESH di Aircon: raffreddamento evaporativo per l’industria e l’agricoltura

Il raffrescamento di ampi locali all’insegna del benessere: ecco il sistema di raffreddamento evaporativo ECOFRESH, per il migliroamento del microclima tramite ricambio dell’aria

Il sistema di Raffreddamento Evaporativo ECOFRESH di Aircon è la più efficace tecnologia per il raffrescamento di ampi locali che non utilizza gas nocivi per l’ambiente, semplice ed economico da installare con rendimento ottimale. 
 
All’interno dei grandi ambienti, durante la stagione calda, si instaura un microclima insano e fastidioso che riduce la produttività e l’attenzione alla sicurezza, con un conseguente aumento della percentuale di infortuni.
 
Il miglioramento del microclima si ottiene con il necessario e continuo ricambio dell’aria calda e stagnante presente all’interno con aria recuperata dall’esterno che viene filtrata, raffrescata e immessa fresca e pulita.  
 
L’azione di ECOFRESH, in particolare, consiste nel raffreddare l’aria proveniente dall’esterno e far uscire l’aria calda dall’interno dell’edificio insieme a fumi, odori, germi e particelle contaminanti. Il numero di ricambi d’aria è determinato dal tipo di lavoro svolto, dall’esposizione e dagli apporti di calore interni (macchine, luci, persone, ecc.).
 
 

Funzionamento e applicazioni dei raffrescatori evaporativi ECOFRESH

 
Il raffrescatore evaporativo è dotato di una pompa che satura d’acqua i pannelli in celdek. L’aria calda che attraversa i pannelli bagnati si raffredda e cede calore per far evaporare una piccola parte di acqua.
 
Il sistema aumenta la sua capacità di raffreddamento dell’aria al diminuire dell’umidità dell’aria esterna: più l’aria esterna è secca, maggiore è la riduzione del calore in essa contenuto, e più fredda sarà l’aria in uscita dalla macchina.
 
La capacità di raffreddamento dell’aria è anche dovuta alle caratteristiche tecniche e alla efficienza della macchina, infatti tanto maggiori sono il tempo e la superficie di contatto fra l’aria e l’acqua tanto più l’acqua evapora e la temperatura dell’aria (il calore sensibile) diminuisce.
 
Il raffreddatore evaporativo ECOFRESH è dotato di un gruppo evaporante ad alta efficienza di saturazione che produce un buon livello di raffrescamento anche a valori di umidità relativa dell’aria esterna intorno al 70%.
 
Il raffreddatore evaporativo adiabatico ECOFRESH è una macchina alimentata da corrente elettrica e da acqua di rete, è installabile sul tetto o su una parete esterna o in corrispondenza di una finestra dell’ambiente da ventilare e raffrescare.
Ad essa vengono collegate delle canalizzazioni e dei diffusori per una corretta distribuzione dell’aria raffreddata all'interno dell'ambiente.
 
I raffrescatori adiabatici evaporativi sono utilizzati in tutti gli ambienti che necessitano di una riduzione della temperatura e un aumento del ricambio dell’aria quali officine, laboratori, stazioni, palestre, fiere, ristoranti, sale da ballo, sale giochi o discoteche, cucine, refettori o hotel.
 
Il consumo di corrente a parità di raffrescamento (kcal/h) è mediamente da dieci a quindici vote meno di quello di condizionatori o pompe di calore.
 
 

Caratteristiche tecniche

 
Tutti i modelli sono dotati di:
  • Robusta struttura in ABS che ne garantisce la protezione dalle intemperie;
  • Filtri zanzariera in rete anti insetti, elettroventilatori a basso consumo;
  • Sistema di carico acqua con elettrovalvola;
  • Sistema di distribuzione acqua a pettine autopulente e con elettropompa;
  • Pannelli evaporanti in celdek ad alta efficienza di saturazione;
  • Sistema di scarico automatico dell’acqua;
  • Sistema di pulizia automatica di tutto il circuito idraulico e dei pannelli evaporanti.
 
 

Raffreddatore evaporativo ECOFRESH: il sistema di pulizia

 
Il raffreddatore evaporativo ECOFRESH è dotato di sistema di autolavaggio o pulizia automatica del gruppo evaporante e della “vasca” di raccolta acqua che, a intervalli programmabili, si aziona automaticamente per mantenere un alto livello di pulizia ed efficienza di saturazione.
 
È previsto un ciclo di autolavaggio automatico ogni 8 ore (standard): la macchina sospende il suo ciclo di evaporazione per alcuni minuti, l’acqua contenuta nel raffreddatore viene scaricata e sostituita con acqua pulita la quale viene fatta circolare attraverso i pannelli evaporanti in modo da lavare i residui di sali minerali ed eventuali altri depositi.
 
La ripetitività di questi lavaggi impedisce la cristallizzazione dei minerali e di altri elementi sui pannelli evaporanti ed in tutto il circuito, ne garantisce una lunga durata e mantiene un’alta efficienza di saturazione.
  
 
Nel raffrescamento evaporativo industriale l’effetto migliore di benessere si ottiene quando l’unità viene utilizzata in un ambiente ben ventilato ed asciutto, dove si preleva il 100% di aria fresca dall’esterno, senza ricircolo dell’aria interna, deve esserci una apertura sufficiente a far uscire l’aria immessa, utilizzando eventualmente anche aspiratori.
 
È necessaria un’apertura di 1 m2 ogni 3600 m3/h di aria di immessa.  Se si usa un aspiratore, la sua portata d’aria non deve essere inferiore al 95% dell’aria immessa dal raffrescatore.

Articolo: ECOFRESH di Aircon: raffreddamento evaporativo per l’industria e l’agricoltura
Valutazione: 0 / 5 basato su 0 voti.