Focus Associazioni

Riqualificazione edifici esistenti: il 90% degli interventi riguarda sostituzioni di infissi e impianti termici

Riqualificazione edifici esistenti, il Punto di Renovate Italy: con l’ecobonus condomini si cercheranno di incentivare interventi di deep renovation

Basandosi sulle analisi che ENEA svolge annualmente sull’andamento dell’ecobonus, Renovate Italy associazione che rappresenta numerose realtà imprenditoriali e no profit legate alla riqualificazione energetica) ha fatto il punto della situazione sull’effettiva efficacia dell’incentivo statale legato alle riqualificazioni edilizie degli edifici esistenti.
 
Dall’ultimo report realizzato da ENEA (2013), si evince come l’ecobonus abbia avuto un enorme successo per quanto riguarda gli interventi più semplici come la sostituzione di porte e finestre o la sostituzione dell’impianto di riscaldamento domestico, che da soli rappresentano il 90% delle domande presentate.
 


Poco successo invece per gli interventi di deep renovation, quelli più profondi e strutturali che coinvolgono l’involucro edilizio opaco e che apporterebbero il maggior risparmio in termini economici e di efficienza energetica, ma che inevitabilmente presuppongono una spesa maggiore.

La coibentazione rappresenta infatti l’intervento di efficientamento energetico più efficace, in quanto consente un risparmio di energia quattro volte superiore a quello ottenuto con la sostituzione dell’impianto termico. La coibentazione dell’involucro opaco risulta dunque il miglior intervento per una riqualificazione profonda di un edificio.
 

 
Proprio per incentivare interventi di deep renovation, nel 2017 è stato inserito l’ecobonus condomini, l’incentivo pensato per stimolare gli interventi di coibentazione e per avvicinarsi così agli obiettivi per i quali l’ecobonus era stato istituito nel 2007. Ora dunque esistono tre diverse modalità di incentivazione per i condomini:
  • Detrazioni fiscali del 50% per rinnovo edilizio (ristrutturazione/manutenzione);
  • Ecobonus tradizionale (detrazioni fiscali del 65%);
  • Ecobonus condomini (detrazioni fiscali del 70-75%).
 
I privati avranno la possibilità di cedere l’ecobonus trasformandolo in uno sconto sul costo dell’intervento, di per sé più esoso rispetto ad altri e per questo motivo di difficile attuazione. La cessione dell’incentivo, la maggiore novità legata all’ecobonus, è ancora in attesa di indicazioni sia da parte dell’AdE che del Governo. 
Articolo: Riqualificazione edifici esistenti: il 90% degli interventi riguarda sostituzioni di infissi e impianti termici
Valutazione: 0 / 5 basato su 0 voti.